Home / MOTORI / F1 / F1, GP Belgio 2017. Risultati gara: Hamilton domina, Vettel è secondo ad un soffio
Hamilton, precede Vettel nel GP del Belgio 2017. (Foto: corrieredellosport.it)

F1, GP Belgio 2017. Risultati gara: Hamilton domina, Vettel è secondo ad un soffio

Il GP del Belgio, solitamente gara imprevedibile e ricca di colpi di scena, ha riservato quest’oggi uno spettacolo piuttosto lineare ma intensissimo in cui il duo di testa ha viaggiato costantemente entro i due secondi di distacco, battagliando a suon di giri record sebbene le posizioni di partenza siano state le stesse al traguardo. La sorpresa di giornata arriva invece da Ricciardo, straordinario a sfruttare la safety car nel finale e ad infilare Bottas in compagnia di Raikkonen, bravo a risalire in quarta posizione nonostante una discutibile penalità. Solito spiacevole ritiro per Alonso e sportellate senza sosta tra le due Force India con Perez poi costretto al ritiro.

Il via del GP del Belgio 2017. (Foto: quotidiano.net

F1, Hamilton resiste, Alonso scatta a fionda!

Al via la Mercedes di Hamilton ha un ottimo spunto e resiste all’attacco di Vettel dopo l’Eau-Rouge-Radillon, anche grazie ad una velocità di punta oggi davvero invidiabile. dietro tutti conservano le posizioni di partenza eccetto un super Fernando Alonso che ricorda a tutti quanto, ad oggi, sia il mezzo motorizzato Honda a penalizzare il pilota. L’asso di Oviedo guadagna tre posizioni salvo poi precipitare lentamente in classifica, dopo un paio di giri, sverniciato a ripetizione in pieno rettilineo da Force India, Haas e Renault. Gli unici a divertirsi in questo caso sono gli spettatori che, come di consueto da quando l’asturiano è in McLaren, assistono a sarcastici team radio pieni di amarezza e delusione da parte del due volte campione del mondo. Ad animare la partenza nelle retrovie arriva il primo assaggio di contatto tra le due Force India con Ocon che mette a muro Perez ed entrambi sono fortunati a non riportare danni alle vetture.

F1, Verstappen si ritira, le Force India fanno autoscontro

Arrivano le soste ai box per le Mercedes intorno al 13esimo e 14esimo giro mentre la Ferrari resta fuori abbastanza inspiegabilmente facendo perdere contatto a Vettel che rientra con circa 4 secondi di ritardo da Hamilton. Allo stesso modo anche Raikkonen rientra in pista lontano da Bottas e incalzato da Ricciardo. Come se non bastasse al finlandese della Ferrari viene comminata una penalità per mancato rallentamento in regime di bandiere gialle. Qualche giro prima della sua sosta infatti, Verstappen è costretto a parcheggiare la sua Red Bull sul rettilineo del Kemmel a causa di un guasto. Vengono esposte le bandiere gialle ma la vettura numero 33 è ferma a bordo rettilineo  e adiacente ad una via di fuga. Raikkonen non rallenta non essendo nemmeno visibile un pericolo oggettivo ma i commissari si sentono comunque in dovere di infliggergli una sanzione molto pesante che lo vede precipitare fino al settimo posto. Il duo force india prosegue intanto il suo duello serrato e Ocon, richiamato ai box dopo Perez sebbene lo precedesse in pista, rientra sul tracciato furioso con il muretto dopo la sua sosta e intenzionato a riprendersi subito la posizione sul compagno di squadra. E’ il 30esimo giro quando i due arrivano appaiati sul rettilineo in uscita dalla prima curva della Source e arrivano al contatto. Perez si ritrova con la posteriore destra bucata mentre Ocon perde buona parte del suo alettone anteriore che finisce a centro pista. Viene chiamata in azione la Safety Car e tutti i piloti rientrano per un cambio gomme imprevisto, in preparazione ad un rovente finale.

Il podio del Gp del Belgio 2017. (Foto: lastampa.it)

F1, Cuore Vettel ma Hamilton resiste e vince, Bottas precipita al quinto posto

La safety Car abbandona la pista ad una decina di giri dalla fine e sembra esserci una chance importante per Vettel che monta gomme Ultrasoft contro le soft di Hamilton. Dietro anche Bottas ha scelto di rimanere su un set di soft mentre sia Ricciardo che Raikkonen sono ora su Supersoft. Sfruttando la gomma più prestazionale l’australiano della Red Bull lancia subito l’attacco a Bottas, poco reattivo nella ripartenza. Ricciardo balza così al terzo posto e dietro di lui trova a sorpresa un varco anche Raikkonen che si riprende così il quarto posto che gli era stato tolto con la penalizzazione. Davanti nonostante le due mescole di vantaggio Vettel non riesce mai a portare un attacco concreto a Hamilton, mettendogli però una costante pressione che costringe il campione inglese a dare il massimo per restare davanti. Per il pilota Ferrari la consolazione del giro veloce in gara con nuovo record della pista mentre per l’inglese arriva una vittoria cruciale che lo mantiene, con 7 punti di ritardo, a ridosso del leader della classifica. Nonostante la gara odierna sia stata meno sorprendente di quanto non siamo soliti vedere sul circuito delle Ardenne, il GP del Belgio lascia la sensazione che a Maranello abbiano lavorato forte e “fatto bene i compiti delle vacanze”. Tra sette giorni a Monza il risultato potrebbe essere decisamente meno scontato che negli ultimi anni.

Ordine d’Arrivo GP Belgio F1

La classifica del GP del Belgio 2017. (Immagine: formula1.com)

About Simone Fantini

Laureato in Comunicazione Media e Pubblicità, con un debole per i sigari cubani, il carattere forte dei distillati e il rock dei Pink Floyd. Da sempre innamorato dell'adrenalina del Motorsport, Formula 1 in testa, dell'eleganza del tennis e del bel calcio, scrive per passione e per segreta (nemmeno troppo) ambizione di fare del giornalismo sportivo la propria professione.

leggi anche

F1, GP Brasile 2017, Risultati Qualifiche: Botto Hamilton, Bottas in pole!

F1, GP Brasile 2017, Risultati Qualifiche: Ultime libere nel segno dell’incertezza con i top driver …