Home / MOTORI / F1 / F1, GP Gran Bretagna: Trionfo Hamilton, le Ferrari in difficoltà limitano i danni
Il trionfo di Hamilton nel GP di casa. (Foto: derapate.it)

F1, GP Gran Bretagna: Trionfo Hamilton, le Ferrari in difficoltà limitano i danni

Lewis Hamilton vince il GP di Gran Bretagna con una prova di forza totale, completata dall’hattrick pole, vittoria e giro veloce.  Il successo del campione inglese è l’unica notizia scontata della giornata. Dietro di lui infatti, specie negli ultimi due giri succede di tutto con le Ferrari che hanno entrambe problemi all’anteriore sinistra e sono costrette a una sosta d’emergenza proprio quando le posizioni sembravano delineate. Ad approfittarne è l’altro pilota Mercedes, Valtteri Bottas che dopo una grande rimonta dalla nona casella di partenza, trova addirittura il secondo gradino del podio.

F1, Hamilton parte bene, Vettel dietro a Verstappen

Al Via scatta bene Hamilton dalla pole mentre Raikkonen lo segue da vicino. Vettel invece sembra riprendersi dopo un disastroso start e resta per un paio di curve davanti a Verstappen prima che l’olandese riesca poi a tornargli davanti. Sul finale del primo giro, in uscita dalle Becketts le due Toro Rosso si scontrano (clamoroso errore di Kvyat) e la safety car riporta l’ordine in pista. Alla ripartenza Hamilton inizia a martellare con tempi super e apre nuovamente il gap con Raikkonen. Dietro di loro Vettel mette pressione a Verstappen che gli sta facendo da tappo e lo attacca ripetutamente fino a rischiare la collisione. Il tedesco trova il varco e passa il pilota Red Bull che non ci sta e tiene giù il piede anche sulla striscia d’asfalto oltre la pista restandogli davanti. Come troppo spesso accade con il giovane talento di casa Red Bull, la direzione gara non ritiene di dover sanzionare la manovra che costringerà Vettel ad anticipare la sosta per poterlo superare.

F1, Hamilton vola verso la vittoria, Bottas rimonta , Kimi secondo… anzi no!

Il pilota britannico della Mercedes impone un ritmo esagerato al quale nessuno riesce a rispondere. Dietro i tempi delle due Ferrari, rispettivamente in seconda e terza posizione, sono buoni e sembrano mantenerli in una certa tranquillità. Ricciardo intanto regala sorpassi a ripetizione e risale fino alle spalle di Hulkenberg. L’altro big che partiva dal fondo dello schieramento, Fernando Alonso, manco a dirlo, è costretto al ritiro per il solito, desolante, guasto alla power unit Honda della sua McLaren. Bottas dopo il pit stop monta gomme super soft ed inizia a mettere pressione a Vettel che nel frattempo, a causa del pit stop anticipato per la strategia di undercut su Verstappen, vede i suoi tempi alzarsi in maniera preoccupante. Ad una decina di giri dal termine Bottas lancia l’attacco al quale Vettel risponde una prima volta ma non la seconda. Sembra finita così perché Raikkonen è secondo  con cinque secondi di margine su Bottas ma al giro 50 accade l’impensabile. La gomma anteriore sinistra del finlandese della Ferrari inizia ad de-laminarsi e a perdere pezzi sul tracciato. Iceman viene passato da Bottas che gli soffia un ormai insperato secondo posto. Vettel ne approfitta e super il compagno di squadra fermo ai box per il cambio gomme. Nemmeno il tempo di maledire la sfortuna che ha colpito Kimi che anche Vettel si trova nella ghiaia dopo una foratura alla solita anteriore sinistra. Stavolta però il leader della classifica è ad inizio giro e finisce per scivolare indietro fino alla settima posizione della classifica, nel tentativo di riguadagnare i box. Vince Hamilton in scioltezza, secondo un concretissimo e decisamente fortunato Bottas mentre Raikkonen riacciuffa un sudatissimo e ormai insperato terzo gradino del podio. MVP di giornata, Lewis a parte, un Ricciardo in grado di movimentare la gara dall’inizio alla fine con tanti duelli e sorpassi super!

F1, Vettel vantaggio in classifica azzerato a Budapest serve una reazione

Dopo lo sfortunato weekend britannico Vettel vede di fatto azzerato il bottino di 20 punti di vantaggio che aveva accumulato su Hamilton. Bottas oggi secondo non molla anche nella generale e a questo punto la lotta per il mondiale potrebbe allargarsi. A Budapest, pista decisamente più congeniale alle Rosse, servirà una reazione importante ad un trend non troppo positivo che sta purtroppo caratterizzando le ultime uscite dei Ferraristi.

La classifica del GP di Gran Bretagna. (Immagine: formula1.com)

 

About Simone Fantini

Laureato in Comunicazione Media e Pubblicità, con un debole per i sigari cubani, il carattere forte dei distillati e il rock dei Pink Floyd. Da sempre innamorato dell'adrenalina del Motorsport, Formula 1 in testa, dell'eleganza del tennis e del bel calcio, scrive per passione e per segreta (nemmeno troppo) ambizione di fare del giornalismo sportivo la propria professione.

leggi anche

MotoGP Risultati Qualifiche Motegi: Zarco conquista la pole

Qualifiche Motegi 2017: Johann Zarco porta a casa la pole. Marc Márquez scivola ed è …

2 Commenti

  1. Diabolicnightdj

    Complimenti per l’articolo ben definito…ottimo lavoro continua così..al prossimo gp

    • Cristian La Rosa

      Grazie mille Diabolicnightdj per i complimenti! Li merita, per la sua grande professionalità, il ‘nostro’ Simone Fantini e continua a seguirci!