Home / ALTRO / Giro D’Italia 2017: Landa trionfa sul Piancavallo, Quintana nuova Maglia Rosa!
Landa a braccia aperte sul traguardo di Piancavallo

Giro D’Italia 2017: Landa trionfa sul Piancavallo, Quintana nuova Maglia Rosa!

Finalmente Mikel Landa!! Lo spagnolo del Team Sky, dopo essere stato battuto due volte in volata, è riuscito a centrare la vittoria al centesimo Giro D’Italia.

Chi festeggia anche nella 19° tappa (la San CandidoPiancavallo di 191 km) è Nairo Quintana.

Il colombiano della Movistar infatti è riuscito a sottrarre la Maglia Rosa a Dumoulin, che ora in classifica generale lo segue a 38 secondi con Nibali a 43 secondi e Pinot a 53 secondi.

Come si è riusciti ad arrivare a questo stravolgimento in classifica e alla totale riapertura di questo Giro d’Italia 2017?

La frazione n°19 ha visto subito una fuga di 14 corridori, arrivati ad avere un vantaggio di 6’30 sul gruppo Maglia Rosa.

Ma alla cima Sappada, subito dopo il traguardo volante, è successa una cosa imprevista.

La Movistar di Quintana, la Bahrain-Merida di Nibali e la FDJ di Pinot hanno attaccato Dumoulin in discesa, approfittando della pessima posizione nelle retrovie del gruppo dell’olandese in Maglia Rosa.

E’ così esplosa la corsa, con i big e le loro squadre a tutta per cercare di mettere più terreno possibile tra loro e Dumoulin.

L’olandese però ha trovato la collaborazione di altre formazioni sorprese dall’attacco ( ovvero la Orica di Yates, la Trek di Mollema e la Lotto Jumbo di Kruijswijk) ed è riuscito a recuperare il gruppo con i suoi rivali sulla salita del Sella Chianzutan.

Il naturale rallentamento della corsa ha fatto sì che andasse via una nuova fuga composta da 18 corridori che è poi arrivata al traguardo.

Il Piancavallo, ultimo arrivo in salita di questo Giro D’Italia 2017, ha fatto gran selezione sia nella fuga sia nel gruppo Maglia Rosa.

Nella fuga è stato decisivo il lavoro di Henao per il compagno di squadra Landa.

Lo spagnolo del Team Sky durante l’ascesa al Piancavallo ha prima ripreso Sanchez, Rui Costa Rollande per poi staccarli e andare a vincere in solitaria.

Nel gruppo dei big è successo l’inaspettato. Tom Dumoulin infatti è andato in difficoltà ad inizio salita per poi staccarsi dal gruppo verso metà ascesa.

Nel frattempo sia Nibali sia Quintana, coadiuvati perfettamente dai loro gregari, hanno continuato a tenere il ritmo elevato per guadagnare più secondi possibili sull’olandese.

Il più brillante però tra i big in questa salita è stato il francese Pinot, che ha attaccato a pochi km dalla conclusione senza essere seguito da nessuno.

Poi ci hanno provato anche Zakarin e Pozzovivo, che sono riusciti a guadagnare qualche secondo sugli altri rivali della generale.

Quintana e Nibali si sono più che altro controllati e sono arrivati praticamente insieme sul traguardo del Piancavallo a circa 8’20 dal vincitore Landa.

Dumoulin è giunto a 9’30 da Landa perdendo più di un minuto dai rivali e cedendo quindi la Maglia Rosa al colombiano Quintana.

Il Giro dunque non è affatto finito.

Domani c’è l’ultima insidiosa tappa di montagna, la Pordenone-Asiago di 190 km, che non ospita l’arrivo in salita ma che presenta alcune insidie.

La maggiore è la salita al monte Grappa (24 km con pendenza media del 7% con punte dell’11%) e la sua discesa molto tecnica.

Nulla è deciso quindi, anzi. Ci sono 4 corridori in 53 secondi, addirittura 6 in 1 minuto e mezzo. Tutto è ancora in gioco!

Questo centesimo Giro D’Italia ci sta sorprendendo giorno dopo giorno, tappa dopo tappa.

Domani vedremo se riuscirà a sorprenderci ancora!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Simone Mozzi

Simone Mozzi: Classe '93, laureato in Scienze della Comunicazione. Sono molto appassionato dello sport in generale, ma ho una grande passione per i motori, per il calcio e per l'NBA. Valentino Rossi, Javier Zanetti e Steph Curry i miei idoli.

leggi anche

Tennis: Federer cede alla Next Gen

La sorpresa di questa settimana, se così vogliamo chiamarla, è la sconfitta di Roger Federer …