Home / ALTRO / Giro D’Italia 2017: Van Garderen vince il tappone dolomitico, Dumoulin resta in Rosa!
Van Garderen a braccia alzate batte Landa sul traguardo di Ortisei

Giro D’Italia 2017: Van Garderen vince il tappone dolomitico, Dumoulin resta in Rosa!

E’ la volta di un americano al centesimo Giro D’Italia!

Nella 18° tappa, molto attesa visto i cinque passi da scalare delle Dolomiti, è stato Tejay Van Garderen a vincere, battendo ancora l’eterno secondo Landa allo sprint.

Terzo è giunto il francese Pinot davanti a un sempre più brillante Pozzovivo. In quinta posizione è giunto lo sloveno Hirt davanti al russo Zakarin.

A 1’06 dal vincitore sono arrivati i tre leader del giro, ovvero la maglia rosa Dumoulin con Quintana e Nibali.

Il tappone dolomitico di oggi è stato molto movimentato fin dai primi km. La fuga ha infatti provato a prendere il via già sulla prima salita di giornata, ovvero il Passo Pordoi.

Fuga che però è stata ben controllata dagli uomini di classifica fino al Passo Gardena, dove hanno iniziato a muoversi proprio i big di questo Giro.

Il primo a sferrare l’attacco è stato Quintana, a cui ha risposto dopo poco Nibali.

I due, trainati dai propri compagni di squadra presenti nella fuga, hanno provato a guadagnare più terreno possibile sulla Maglia Rosa, che ha però prontamente risposto.

Nell’ultima salita di giornata verso l’arrivo ad Ortisei, ovvero quella di Pontides, si è ulteriormente scatenata la bagarre tra gli uomini di classifica con Dumoulin che ha risposto a tutti gli attacchi arrivati da Nibali e Quintana.

Nel frattempo davanti Van Garderen e Landa hanno staccato i loro compagni di fuga andandosi a giocare la vittoria allo sprint culminata con il successo dell’americano della BMC davanti allo spagnolo del Team Sky.

Nel gruppo dei big invece sono stati Pinot, Pozzovivo e Zakarin a prendere margine visto che i tre leader di questo Giro d’Italia 2017 si sono marcati a vista negli ultimi 3 km.

In classifica generale le cose non sono cambiate per i primi tre, con Dumoulin che ha 31 secondi di vantaggio su Quintana e 1’12 su Nibali. Dietro di loro si sono avvicinati però Pinot a 1’36, Zakarin a 1’58 e Pozzovivo a 2’07.

Sembra tutto aperto per il podio e per la vittoria del Giro, dunque. Sembra.

Perché oggi si è capito che Dumoulin è l’autentico padrone del Giro! Lo hanno attaccato più volte, si è difeso alla grande e ha anche risposto attaccando a sua volta nell’ultima salita.

L’olandese dovrà solo difendersi in questi due ultimi giorni di montagna per poi scatenarsi nella crono conclusiva, suo terreno di caccia.

Nibali, Quintana e gli altri avranno solo due tappe per sovvertire un Giro che sembra essere quasi in saccoccia per la farfalla di Maastricht.

La 19° tappa presenta tra l’altro l’ultimo arrivo in salita del Giro D’Italia 2017 con partenza a San Candido e l’arrivo al Piancavallo.

La salita del Piancavallo, lunga 15 km con pendenze medie che variano dal 9,4% nei primi 6 km all’8% a metà salita fino ad avere pendenze più morbide sul 5% nel finale di salita, deciderà probabilmente tappa e Giro.

Non perdetevi dunque questo finale del centesimo Giro D’Italia che promette fuochi d’artificio e grande spettacolo sulle ultime montagne di questa fantastica edizione della Corsa Rosa!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

About Simone Mozzi

Simone Mozzi: Classe '93, laureato in Scienze della Comunicazione. Sono molto appassionato dello sport in generale, ma ho una grande passione per i motori, per il calcio e per l'NBA. Valentino Rossi, Javier Zanetti e Steph Curry i miei idoli.

leggi anche

Tennis: Federer cede alla Next Gen

La sorpresa di questa settimana, se così vogliamo chiamarla, è la sconfitta di Roger Federer …