Home / Calcio / Juventus: il rodaggio è buono. Grana infortuni
vola la Juventus
Dybala. L'argentino ha avuto un ottimo avvio di campionato. Foto: goal.com

Juventus: il rodaggio è buono. Grana infortuni

Vola la Juventus. Lo fa in campionato, dove il secco 3-0 rifilato al Chievo permette ai bianconeri di rimanere a punteggio pieno e guidare, con Inter e Napoli, la classifica.

Vola la Juventus in Champions. O, almeno, è quello che si augurano i tifosi juventini alla vigilia del durissimo debutto del Camp Nou contro Messi e compagni (informazioni più approfondite qui).

Vola Dybala, che con la rete nel finale porta a cinque il bottino raccolto in sole tre partite di campionato permettendogli di rimanere agganciato ad un altro argentino, Icardi, nella classifica marcatori.

Situazione infortuni

In questo quadro idilliaco, però, inizia ad esserci apprensione per gli infortunati. Pjaca e Marchisio sono ormai fuori da un pezzo; Chiellini, Mandzukic e Khedira soffrono ancora i postumi dei loro acciacchi e mancheranno sicuramente nella gara di Champions (per tutti e tre si cerca almeno il recupero tra i convocati contro il Sassuolo).

Se si considera poi il ritardo di condizione di Howedes, arrivato a fine mercato ed ancora non inserito negli schemi di Allegri, i campanelli di allarme sono li li per scattare già ad inizio stagione.

I nuovi innesti

Vola la Juventus, dicevamo. Un po’ meno i nuovi innesti. Non perchè gli uomini di mercato bianconeri, Marotta e Paratici, si siano mossi male. Anzi.

Bisogna in questo caso far riferimento al sopracitato lasso di tempo che il mister si riserva per inserire al meglio i volti nuovi in squadra in un sistema già ampiamente rodato e di solido affidamento.

E così i due top player della campagna estiva, Bernardeschi e Douglas Costa, hanno fin qui visto il campo rispettivamente per 14′ e 70′ per lasciar spazio ai più rodati Mandzukic e Cuadrado, mentre il più utilizzato (sempre in riferimento agli acquisti) risulta essere il ‘rincalzo’ Matuidi (141′) anche in virtù delle defezioni nella zona nevralgica del campo.

Ma niente paura, con il ciclo di ferro che precede la prossima pausa per gli impegni internazionali tutti i nuovi innesti troveranno abbondante minutaggio.

About Daniele Marignani

Con due pezzi di carta in tasca in ambito comunicativo e 28 anni sul groppone, cerco la mia strada in quella che è la mia più grande passione, il calcio. Da sempre amante delle storie pallonare più strane, spulcio assiduamente i database di FM e Fifa alla ricerca di nuovi giovani talenti. Segni particolari: sadico (tifo Fiorentina!!)

leggi anche

Pellegrini

Roma, attenta a Pellegrini. C’è un top club su di lui.

È uno dei giocatori più in forma di questo avvio di stagione, nonché uno dei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *