Home / MOTORI / Moto GP / MotoGP Risultati gara Termas de Río Hondo: podio a sopresa con Crutchlow-Zarco-Rins
Cal Crutchlow su Honda porta a casa il primo posto della gara di Terme de Rio Hondo (michelinmotorsport.com) MotoGP GP Czech Rep 2016 (Circuit Brno) 19-21/08.2016 photo: MICHELIN

MotoGP Risultati gara Termas de Río Hondo: podio a sopresa con Crutchlow-Zarco-Rins

Partenza in ritardo causa pioggia su una parte della pista. Situazione critica che costringe i piloti a un ritorno ai box. Poi, semaforo verde e la gara di Termas de Río Hondo può avere inizio con Crutchlow che vince e si porta in testa alla classifica piloti

La pista in parte bagnata a pochissimi istanti dalla partenza della gara di Termas de Río Hondo, innesca una serie di indecisioni causate da un regolamento non chiaro in materia. Tutti i piloti, eccezion fatta per Jack Miller, corrono ai box per un cambio gomme e/o mappatura. Il pilota australiano non schioda dalla griglia – la sua Ducati è l’unica ad aver fatto una scelta in caso di cambiamento atmosferico – e dalla pole position con quistata ieri, alle qualifiche. Quale sarà dunque il nuovo schieramento? Miller in solitaria, mentre gli altri tre file indietro rispettando l’ordine stabilito con le qualifiche e tutti concluderanno la gara con un giro di meno.

Partenza anomala

Inutile negarlo: vedere lì Miller, da solo, distante cinquanta metri dal resto dei piloti è svilente sia per lo spettacolo sia per i protagonisti. La domanda sorge spontanea: se fosse capitato a Márquez&co, la reazione sarebbe stata la stessa? Il dubbio resta. Anche perché a pochissimi secondi dalla partenza, la Honda dello spagnolo si spegne. Per regolamento sarebbe dovuto ripartire dalla corsia box e invece gli hanno dato la possibilità di schierarsi nuovamente dalla sua piazza. Semaforo verde, gas a martello e inevitabie partenza a bomba di Miller.

Pedrosa out e Márquez rientra ai box

Primo giro e già scintille tra Johann Zarco e Dani Pedrosa che scivola lasciando la gara in netto anticipo. Marc Márquez, di prepotenza, supera Miller e il gap che aveva in partenza si vanifica in una manciata di metri. Che fanno gli altri? Quello che salta agli occhi è che “dietro” non c’è il solito gruppo di piloti in cerca di podio. Ci sono Alex Rins, Cal Crutchlow e Tito Rabat. Andrea Dovizioso è solo sesto e acciuffa il quinto posto al sesto giro. Maverik Viñales e Valentino Rossi sono rispettivamente sesto e settimo. All’ottavo giro, l’organizzazione rimedia alla gaffe commessa premia dell’inizio gara e fa rientrare Márquez a bassa velocità. La (giusta) decisione fa scivolare lo spagnolo nelle retrovie. Miller, dunque, torna a guidare la gara.

Per Márquez… follie argentine?

Gara di Termas de Río Hondo all’insegna della poca lucidità per Márquez. Dodicesimo giro: il numero 93 azzarda un sorpasso ai limiti della sportività ai danni di Aleix Espargaró. A nulla vare la richiesta di ammenda alzando il braccio verso il collega. Pochi centinaia di metri dopo gli viene comunicato di restituire la posizione al pilota dell’Aprilia.

Un quartetto inedito

Soprasso contro sorpasso tra la Suzuki di Rins e la Ducati di Miller che però finisce per riprendersi il primo posto. Una piccola scaramuccia – che si ripete più volte – che non scompone il solito trenino chiuso da Zarco e Crutclow. A dieci giri dalla fine San Desmo riuscirà a condurre Miller al traguardo? Diciassettesimo giro: Miller è tallonato da Crutclow, l’unico pilota con l’Honda del 2018 lanciato alla conquista del podio. Aiutato da un errore dell’australiano che è andato a dir poco largo, ce la fa. Zarco però, gli sta sugli scarichi. A quattro giri dalla bandiera a scacchi Márquez ne combina un’altra: arriva in curva e ripete su Rossi (al momento sesto e una prestazione da comparsa) la stessa manovra fatta con Espargaró. Il Doc scivola in diciannovesima, ben fuori la zona punti. Le scuse dello spagnolo, a fine gara recatosi al box Yamaha, vengono respinte.

La gara ha inizio… a tre giri dalla fine

Zarco spinge come un forsennato. È tallonato da Crutclow, a sua volta seguito da Rins abituato da molte gare a vedere il podio con un binocolo. Ultimo giro: mentre Márquez fa di tutto per agganciare almeno la quinta posizione (in attesa della sanzione a fine gara che gli commisiona trenta secondi finendo diciottesimo), Crutchlow fa un sorpasso a sorpresa e conquista la testa portando la sua Honda al traguardo. Non accadeva dal 2016.

MotoGp Termas de Río Hondo: ordine di arrivo

1. Cal Crutchlow – Honda
2. Jack Miller – Honda
3. Alex Rins – Suzuki
4. Jack Miller – Honda
5. Maverick Viñales – Yamaha
6. Andrea Dovizioso – Ducati
7. Tito Rabat – Honda
8. Andrea Iannone – Suzuki
9. Hafizh Syahrin – Yamaha
10. Danilo Petrucci – Ducati
11. Pol  Espargaro – KTM
12. Scott redding – Aprilia
13. Takaak Nakagami – Honda
14. Francesco Morbidelli – Honda
15. Jorge Lorenzo – Ducati
16. Alvaro Bautista – Ducati
17. Thomas Luthi – Honda
18. Marc Márquez –  Honda
19. Valentino Rossi – Yamaha
20. Karel Abraham – Ducati
21. Xavier Simeon – Ducati

Classifica piloti

Crutchlow 38
Dovizioso 34
Zarco 33
Marquez 31
Vinales 20
Miller 19
Petrucci 16
Rins 16
Rossi 16
Iannone 14
Rabat 13
Pedrosa 9
Syahrin 8
Morbidelli 5
P. Espargaro 4
Reddick 3
Nakagami 2

About Belardelli-Mulas

Lauretta Belardelli e Armando Mulas. Lei la penna, per professione; lui l'idea, per passione. Coppia nella vita e, ora, anche sul web con l'obiettivo di scrivere sul mondo delle due ruote e, soprattutto, sul maggiore dei suoi Campionati. Nel cuore il Dottor Rossi, le Ducati e la promessa Zarco. Ma anche Viñales...

leggi anche

F1, RISULTATI GP CINA 2018 : VINCE UN IMMENSO DANIEL RICCIARDO! KIMI E’ TERZO. DISASTRO VETTEL.

SHANGAI, 15 APRILE 2018 F1, RISULTATI GP CINA 2018 : Vince un immenso Daniel Ricciardo. …