Home / Calcio / Sorteggio Gironi Mondiale 2018: sorridono Francia e Brasile
Logo dei Mondiali di Russia 2018. (foto: agenpress.it)

Sorteggio Gironi Mondiale 2018: sorridono Francia e Brasile

Sono terminati da poco i sorteggi delle fase a gironi delle 32 nazionali in lizza per il Mondiale 2018, che si disputerà in Russia nella prossima estate. Si partirà giovedì 14 Giugno a Mosca, nella capitale russa, e si chiuderà con la finalissima di domenica 15 Luglio. I padroni di casa inaugureranno il torneo sfidando l’Arabia Saudita.

Nel Mondiale che inizierà tra 7 mesi, non vedremo nomi noti come Olanda, Cile, Ghana e soprattutto l’Italia, fuori dalla competizione dopo ben 60 anni dall’ultima volta.

In compenso però assisteremo all’esordio di 2 nazionali come l’Islanda e il Panama, mentre da registrare il ritorno in scena di Egitto, Tunisia e Senegal.

La formula del sorteggio consisteva nel rispettare alcuni parametri, tra cui il massimo di 2 formazioni europee all’interno del girone e il fatto che le nazionali di altri continenti non potevano scontrarsi con quelle della stessa confederazione.

Elenco dei gironi appena sorteggiati a Mosca, in vista dei prossimi Mondiali 2018. (foto: tuttosport.com)

Girone A: la Russia prova il colpaccio, attenzione all’Egitto

I padroni di casa, i primi ad uscire dall’urna di Mosca, hanno un girone non proprio semplicissimo; infatti nel gruppo A, ci sono formazioni che potrebbero insidiare il mondiale come l’Uruguay, ma occhio alla sorpresa Egitto e alla mina vagante Arabia Saudita. Gli uruguaiani di Tabarez possono contare sull’attacco stellare composto da Luis Suarez e da Edinson Cavani, mentre gli egiziani, oltre ad avere l’appoggio di una tifoseria calorosa, hanno nell’uomo simbolo, nonché colui che con un suo gol al 94′ ha portato la sua nazione ai Mondiali, in Mohamed Salah. Gli ultimi invece hanno già fatto lo scherzetto ai russi nell’ultima edizione di Brasile 2014, eliminandoli clamorosamente dal torneo.

-Russia

-Arabia Saudita

-Egitto

-Uruguay

Girone B: ed è subito derby iberico

Il Portogallo,campione d’Europa 2016, avrà nel suo girone la Spagna di Lopetegui, in uno scontro che, oltre ad aver il sapore europeo, rappresenterà chi delle 2 nazionali passerà il gruppo come testa di serie. Infatti, le altre 2 sqadre sorteggiate, ovvero Iran e Marocco (da tenere d’occhio il capitano Benatia), non sembrano essere una grande minaccia per le formazioni iberiche.

-Portogallo

-Spagna

-Marocco

-Iran

Girone C: tutto facile per la Francia?

Strada in discesa invece per la formazione di Deschamps che, oltre a poter contare su una rosa straordinaria, hanno avuto un sorteggio piuttosto benevolo, anche se negli ultimi anni (basti pensare a Sudafrica 2010) non bisogna mai dare nulla per scontato. La vera domanda però è questa: chi sarà la vera antagonista dei Blues? La più accreditata sembrerebbe la Danimarca del fuoriclasse del Tottenham Eriksen, ma da non sottovalutare il Perù che ha messo in grave difficoltà l’Argentina nelle qualificazioni, mentre l’Australia sembra essere un gradino più sotto a tutte le altre.

-Francia

-Australia

-Perù

-Danimarca

Girone D: incrocio pericoloso tra Argentina e Croazia, attenzione all’Islanda

Il gruppo D è sicuramente quello più incerto di tutto il Mondiale 2018. L’Argentina di Sampaoli, nonostante si sia qualificata con grande fatica in Russia, partirà come favorita insieme alla Croazia, ma occhio anche a Islanda e a Nigeria. I primi hanno già sorpreso ad Euro 2016, arrivando ai quarti, e sono riusciti nell’impresa di qualificarsi davanti proprio ai croati; le Super Aquile invece potranno contare su un’ottima rosa capitanati da Mikel John Obi, ex calciatore del Chelsea vincente di Mourinho.

-Argentina

-Islanda

-Croazia

-Nigeria

Girone E: Brasile favorito, Svizzera outsider?

Se per gli argentini sembra essere andata maluccio, tutt’altra musica invece per i brasiliani che sembrano aver avuto un sorteggio decisamente migliore. Oltre alla squadra di Bacchi, ci sono la Svizzera dell’ex laziale Petkovic, che partirà come favorita per arrivare dietro ai 4 volte campioni del mondo, mentre tutte da scoprire sono Serbia e Costa Rica, questi ultimi grande sorpresa nell’ultima edizione del 2014, quando vennero eliminati soltanto ai rigori dall’Olanda.

-Brasile

-Svizzera

-Costa Rica

-Serbia

Girone F: Germania senza rivali, ma occhio alla tradizione

Anche per i campioni del mondo, girone senza patemi, dove l’unica vera avversaria potrebbe essere il Messico. Di minore impatto invece sono la Svezia, che ha eliminato l’Italia di Ventura, e la Corea del Sud. Ma il vero rivale dei tedeschi potrebbe essere “la tradizione”: negli ultimi anni, i detentori del mondiale hanno sempre pagato dazio nella fase a gironi (vedi Francia, Italia e Spagna). Riusciranno gli uomini di Loew a sfatare questo tabù?

-Germania

-Messico

-Svezia

-Corea del Sud

Girone G: Belgio e Inghilterra avanti tutta

Anche il gruppo G non sembra molto difficile da pronosticare. Partono in prima fila Belgio e Inghilterra, coi primi che potrebbero fare il definitivo salto di qualità, mentre gli inglesi, dopo gli ultimi 2 mondiali deludenti e un disastroso europeo, hanno intenzione di tornare protagonisti con Southgate. La Tunisia del CT Malaaoul potrebbe in qualche modo insidiarsi per scompaginare il piano delle 2 nazionali europee, mentre il Panama, al debutto in assoluto, partirà con i sfavori del pronostico, anche se proveranno a rendere la vita dura agli avversari.

-Belgio

-Panama

-Tunisia

-Inghilterra

Girone H: regna il perfetto equilibrio

Insieme al gruppo D, è uno dei gironi più incerti di tutto il Mondiale. La Polonia sembra avere una marcia in più e si chiama Robert Lewandowski; la Colombia potrebbe insidiare il primo posto dei polacchi e vorrebbe migliorare l’ottimo risultato ottenuto nell’ultima edizione; il Giappone tenterà l’impresa di passare agli ottavi, mentre il Senegal presenterà una rosa di tutto rispetto, con giocatori del calibro di Koulibaly, Sow, Ba, Kouyatè.

-Polonia

-Senegal

-Colombia

-Giappone

 

 

 

 

 

About Giuseppe Ieno

23 anni, studente al terzo anno della facoltà di scienze dell'educazione di Parma, tifosissimo del Milan, ama seguire il calcio in generale ed è un grande appassionato di wrestling

leggi anche

Inter – Pordenone 0 – 0, 5-4 d.c.r. highlights e tabellino, Ottavi di finale Coppa Italia 12/12/2017

Risultato Finale Inter – Pordenone 0–0, 5-4 d.c.r. : Cronaca e Video Gol, Ottavi di …