Home / Calcio / Ventura: Tra problemi noti e “nuovi” problemi
Il ct della Nazionale italiana Gian Piero Ventura. (foto: Zimbio.com)
Il ct della Nazionale italiana Gian Piero Ventura. (foto: Zimbio.com)

Ventura: Tra problemi noti e “nuovi” problemi

Sabato sera sfida attesissima contro la Spagna a Madrid, decisiva per il passaggio diretto alla qualificazioni o tramite spareggio di Novembre.

Ventura ha deciso le convocazioni, portando dopo tanto tempo Perin tra i pali. Ha lasciato a casa Gagliardini, che in questo momento non sta trovando spazio all’Inter. Il ritorno di Montolivo a centrocampo, in attacco c’è anche Gabbiadini. 3-5-2- o 4-2-4, con orientamento verso la prima opzione, Ventura sa di giocarsi molta parte della qualificazione.

A parte le questioni tattiche, il ct ha voluto soffermarsi sui soliti problemi di un ct della Nazionale. Selezionatore o allenatore? Per la seconda opzione ha voluto spiegare come vi siano delle difficoltà insite in tale ruolo. Non si vede spesso con i giocatori, vi sono tempi ristretti per la preparazione di una partita.

Inoltre, ha voluto ricordare come il calciomercato abbia dei tempi del tutto sbagliati. Secondo il suo parere “sarebbe meglio che il mercato finisse almeno 24 ore prima dell’inizio del campionato. Ma finché non ci sarà un cambiamento, ne prenderemo atto”. Finisce sconsolato.

Questa denuncia risulta più evidente quando afferma che i giocatori giovani faticano ad inserirsi nelle loro squadre. Lui ha dovuto fare di necessità, virtù. Ha ammesso come le convocazioni non siano cambiate rispetto all’ultima volta, escluso il rientro di Perin.

L’intenzione del tecnico genovese è quella di affidarsi al solito gruppo, nessuna sorpresa, vuole il meglio nella partita più importante. Però c’è anche un meglio che Sabato sera non sarà titolare. Risponde al nome di Lorenzo Insigne, giocatore di grande estro e fantasia, il più in forma dei giocatori convocati. Non troverà spazio dall’inizio, ma sicuramente Ventura riuscirà a fornirglielo durante l’incontro. Magari se la situazione per l’Italia non dovesse essere buona.

C’è ancora tanto da lavorare per formare giovani interessanti. Sicuramente uno dei compiti della federazione in avvenire, sarà quello di produrne molti. Non dispiacerà a Ventura, o chi verrà dopo di lui, avere l’imbarazzo della scelta.

About Lorenzo Carrega

Sono Carrega Lorenzo, laureato in Informazione ed Editoria, con alle spalle anni di esperienza come collaboratore in redazioni locali. Amo lo sport, soprattutto il calcio. Mi diletto nella scrittura, oltre alla passione per la lettura.

leggi anche

Pellegrini

Roma, attenta a Pellegrini. C’è un top club su di lui.

È uno dei giocatori più in forma di questo avvio di stagione, nonché uno dei …