La Cremonese a Wembley, quando il sogno diventa realtà

A trent’anni di distanza ricordiamo la leggendaria Cremonese: il trionfo del Trofeo anglo-italiano con gli indimenticabili grigiorossi Simoni, Turci, Verdelli e Tentoni.

Il 27 marzo 1993 è una data che i tifosi della Cremonese non dimenticheranno mai. Oggi ricorre il 30º anniversario della vittoria nella Coppa Anglo-Italiana, quando a Wembley i grigiorossi riuscirono a sconfiggere 3-1 il Derby County per la finale della terzultima edizione del Trofeo.

In panchina c’era Gigi Simoni, l’allenatore che nella stessa stagione riportò la squadra in Serie A. Era “La Cremo” dei vari Turci, Verdelli, Colonnese e Tentoni, capace di portare a casa il trofeo davanti a 30.000 spettatori, entrando così nella storia del calcio.

Ma cos’era il Trofeo anglo-italiano?

Il torneo nacque negli anni Settanta come iniziativa per rinsaldare i rapporti tra il calcio italiano e quello inglese. Le squadre partecipanti erano tutte della seconda divisione nazionale, sedici in totale, otto per ogni paese: le quattro retrocesse dalla massima serie e altrettante che avevano sfiorato la promozione. L’ultima edizione si disputò nel 1996.

Un trionfo che rimane indelebile nella memoria dei tifosi e della città intera, e che ebbe luogo in un’epoca in cui la manifestazione dal sapore antico era stata interrotta per diversi anni a causa degli incidenti dello stadio Heysel a Bruxelles.

La Cremonese partecipò all’edizione del 1993 da retrocessa, ma con Simoni in panchina, la stagione si rivelò indimenticabile. Dopo un avvio difficile nel campionato di Serie B, arrivarono spettacolo e vittorie. La Coppa Anglo-Italiana vide la partecipazione dei lombardi nel girone B, dove si classificarono come primi insieme al Derby County, vincendo l’incontro in trasferta per 3-1.

Nel gruppo B vi prese parte anche il West Ham che venne sconfitto allo “Zini” per 2-0. Oltre agli hammers c’erano Tranmere, Pisa, Reggiana, Cosenza e il Bristol City.

I grigiorossi poi, superarono il Bari in semifinale nel derby tutto italiano. Un successo che consegnò nel doppio confronto l’accesso alla finale di Wembley. La squadra di Simoni vinse 4-1 allo stadio Zini e pareggiò 2-2 al San Nicola.

I Rams, invece, nel derby inglese, eliminarono il Brentford United grazie alle reti segnate in trasferta (3-4 al Griffin Park e 1-2 al Baseball Ground).

La squadra di Cremona conquistò la promozione il 13 giugno 1993, allo stadio Zini. Ma il momento più alto di quella stagione fu la finale del Trofeo anglo-italiano a Wembley.

La partita che entrò di diritto nella storia del club grigiorosso

I calciatori della Cremonese entrarono in campo consapevoli di poter scrivere la storia del club. E così la Cremo partì subito forte e al 13° minuto Verdelli segnò di testa il gol del vantaggio su calcio d’angolo di Florijancic. I Rams risposero dieci minuti dopo con un gol di testa di Gabbiadini su assist di Patterson. Nel finale del primo tempo, la Cremonese ebbe la possibilità di ristabilire il vantaggio con un calcio di rigore, ma Nicolini sbagliò la conclusione.

Nella ripresa, Maspero realizzò il 2-1 su rigore e Tentoni, con un bel tiro angolato, mise in ghiaccio il risultato, dando la vittoria alla Cremonese. La squadra impazzì di gioia al fischio finale e poté sollevare la Coppa Anglo-Italiana, lasciando un ricordo indelebile nella città di Cremona.

Oggi, a distanza di 30 anni, quel trionfo è ancora ricordato con grande fierezza dai tifosi e dalla comunità locale. Un punto di riferimento per tutti i tifosi della Cremonese e una dimostrazione che, nel calcio come nella vita, nulla è impossibile se si crede in sé stessi e si lotta fino alla fine.

27 marzo 1993, Cremonese-Derby County: il tabellino della gara

CREMONESE: Turci, Gualco, Pedroni, Cristiani, Colonnese, Verdelli, Giandebiaggi, Nicolini, Tentoni (87′ Montorfano), Maspero, Florijancic (70′ Dezotti). In panchina: Violini, Ferraroni, Lombardini.

DERBY COUNTY: Taylor, Patterson, Forsyth, Nicholson, Coleman, Pembridge, Micklewhite, Coulooze, Kitson, Gabbiadini, Johnson (81′ Simpson). In panchina: Sutton, Comyn, Hayword, Stallard.

Arbitro: Velasquez (Spa);

Reti: 11’ Verdelli, 23’ Gabbiadini, 49’ Maspero (rig.), 83’ Tentoni.

A proposito di Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. È il fondatore, ideatore ed editore.

Controlla anche

L’affermazione della Pistoiese nel Torneo Postcampionato 1945-’46

1946, la Pistoiese vince il Torneo Postcampionato senza nemmeno giocare le finali: il clamoroso forfait …

La Coppa Federale “Leandro Arpinati” 1927: il primo storico alloro della Pistoiese

La Pistoiese conquista il primo trofeo della sua storia nel 1927: il racconto della Coppa …