Home/ALTRI SPORT/Altri sport; Christophe Dominici e una bestia sottovalutata
Credit: BBC.com

Altri sport; Christophe Dominici e una bestia sottovalutata

Funziona così da sempre nel mondo dello sport professionistico: sei famoso? Sei ricco? Hai successo? E allora non puoi essere depresso. La depressione è la malattia deglisfigati, di chi non ce l’ha fatta nella vita, di chi si è dovuto accontentare e a un certo punto se ne è reso conto e si è depresso. E poi la depressione non è una malattia; sei giù? Dai esci a berti un paio di birre con gli amici o a flirtare con una donna e vedrai che ti passerà tutto.

Dominici in un recente scatto

E invece no, non è così. La depressione è una malattia. Anzi, è una bestia aggressivissima che a volte non ti lascia mai e ti spinge fino all’estremo gesto. Questo sembra il caso di Christophe Dominici, uno dei più forti rugbysti al mondo negli anni a cavallo tra i due millenni.

La meta più famosa di Dominici

Piccolo (alto 1,72), sgusciante, divenne famoso per i suoi slalom tra i giganti avversari che spesso lo portavano fino in meta. Con la maglia della nazionale transalpina arrivò a giocarsi la finale della Coppa del mondo nel 1999 e ad aggiudicarsi ben quattro volte il Sei nazioni, mentre con quelle dei club si è tolto la soddisfazione di vincere ben cinque volte la Top14 francese con la maglia dello Stade français.

La foto utilizzata dalla federazione francese per salutare Dominici

Christophe Dominici se ne è andato ieri, 24 novembre, a Saint-Cloud, vicino a Parigi, pare gettandosi dal tetto di un edificio e trovando la morte in un parco cittadino. La depressione aveva già fatto capolino più volte nella sua vita: a soli quattordici anni perse la sorella in un incidente stradale e poco dopo la famosa finale della Coppa del mondo 1999 ammise di soffrire di questa malattia, anche se la sua carriera proseguì fino alla Coppa del mondo giocata in Francia nel 2007.

Dominici impegnato con il Sud Africa

Vi lasciamo con questo video trovato su YouTube, caricato a novembre 2011 da TheGreatRugbyWorld, che raccoglie alcune delle più belle azioni di Dominici. Così da poterlo ricordare per quello che è stato: una delle ali più belle da vedere di sempre.

Au revoir, Monsieur Dominici.

 

Davide Ravan

About Davide Ravan

leggi anche

La classifica di Serie A dei gol fatti/subiti: Inter e Juve al comando

La serie A entra sempre di più nel vivo. Da adesso fino alla fine non …