Bagnaia ad un passo dalla gloria: cosa deve fare per vincere il titolo in Qatar

Bagnaia ad un passo dal sogno: in Qatar può chiudere i conti per il titolo MotoGP, ma attenzione a Martin e all’insidia Bastianini

La pista di Sepang si conferma terreno di conquista per Enea Bastianini che, in sella alla sua Ducati, ha letteralmente dominato il GP della Malesia bruciando sul traguardo la Honda di Alex Marquez e la Rossa ufficiale del leader iridato Francesco Bagnaia.

Il pilota riminese, reduce da una stagione travagliata a causa di alcuni infortuni, è tornato a ruggine come ai vecchi tempi imponendo un passo indiavolato e vincendo meritatamente la gara. Con questo successo Bastianini ha voluto mandare un chiaro segnale al team Ducati, che sembrava pronto a sacrificarlo per fare posto a Jorge Martin nel 2024, ma ora la situazione appare diversa, con il “Bestia” che potrebbe riuscire a confermarsi nel team ufficiale anche per il prossimo anno. Una buona notizia per Bagnaia, che grazie al terzo posto in Malesia ha potuto allungare in classifica proprio su Martin, giunto quarto al traguardo. La lotta per il titolo iridato è ancora apertissima.

BAGNAIA-MARTIN, SFIDA PER IL TITOLO FINO ALL’ULTIMA CURVA

Dopo l’emozionante GP della Malesia, il duello per il titolo MotoGP tra Bagnaia e Martín è più vivo che mai. I due piloti sono ora separati da 14 punti quando mancano solo due gare al termine della stagione. Il torinese può volare a Losail, sede del prossimo appuntamento, con una lunghezza di vantaggio guadagnata proprio a Sepang. Con 74 punti ancora a disposizione, la lotta per il campionato potrebbe arrivare fino all’ultima gara di Valencia, anche se Bagnaia ha la possibilità di chiudere i conti già in Qatar: gli basterebbe guadagnare più di 23 punti su Martín nel complesso tra sprint race e gara. In questo modo salirebbe a +37 sullo spagnolo, mettendo le mani sul suo secondo titolo consecutivo in MotoGP dopo quello dello scorso anno. Sarebbe il terzo in carriera considerando anche quello in Moto2 del 2018.

SOGNO MONDIALE RIMANDATO MA APPLAUSI PER IL “BEZ”

Dopo il GP della Malesia si può considerare definitivamente chiusa la lotta per il titolo iridato di Marco Bezzecchi. Il giovane pilota del Team VR46, che proprio a Sepang ha festeggiato i suoi 25 anni, è scivolato al sesto posto in gara ed è ora staccato di ben 89 punti da Bagnaia in classifica generale. Con soli due Gran Premi ancora da disputare, incluse le Sprint Race, il divario dalla vetta appare incolmabile per Bezzecchi, attualmente terzo nella generale con 323 punti. Il sogno mondiale del pilota italiano si infrange così sul più bello, ma la stagione del ‘Bez’ in MotoGP è stata più che positiva.

Ora testa alle ultime due tappe e al 2024, con la consapevolezza di poter lottare fino in fondo per il titolo iridato. Bezzecchi ha dimostrato di potersela giocare con i migliori e il prossimo anno ci riproverà.

A proposito di Redazione La Notizia Sportiva

Controlla anche

Livree F1 2024, perché il nero è il nuovo colore di tendenza

F1 2024 – Livree nere alla ricerca del peso piuma perfetto: quanto conta ogni grammo …

Formula 1: le nuove tecnologie a favore dello spettacolo

La Formula 1 ha rappresentato, da sempre, il vertice delle competizioni automobilistiche. Qui l’innovazione tecnologica …