Credit: X

Da eterna incompiuta a campione: il Bayer Leverkusen ci crede

BUNDESLIGA 2023/24 – Xabi Alonso, il predestinato che sta plasmando il Bayer Leverkusen a sua immagine e somiglianza: pressing e verticalità per un sogno chiamato Meisterschale

Il Bayer Leverkusen quest’anno sta facendo sognare i propri tifosi. La squadra sta dominando la Bundesliga tedesca con 28 vittorie, 4 pareggi e nessuna sconfitta nelle 31 partite fin qui disputate. Attualmente è prima in classifica con 5 punti di vantaggio sul Bayern Monaco, dopo aver battuto proprio i bavaresi per 3-0 nello scontro diretto. Ma non è tutto, perché il Bayer è ancora in corsa su tutti i fronti: si è qualificato alle semifinali di Coppa di Germania e agli ottavi di Europa League.

Se dovesse vincere il campionato, per il club sarebbe un trionfo storico. Nonostante la sua gloriosa storia, risalente al 1904, il Bayer non ha mai conquistato la Bundesliga. In generale manca l’appuntamento con un trofeo addirittura dal 1993, quando vinse l’ultima Coppa di Germania. Inoltre interromperebbe l’egemonia record del Bayern, campione in carica da 11 stagioni consecutive. I tifosi ci credono e sognano la possibilità di festeggiare il primo, attesissimo titolo è concreta.

ALONSO, IL PREDESTINATO

Oltre ai risultati, il Bayer Leverkusen sta impressionando per la qualità del gioco espresso. Merito del giovane tecnico Xabi Alonso, considerato uno dei migliori allenatori emergenti in Europa. Lo spagnolo, da calciatore, ha militato in top club come Liverpool, Real Madrid e Bayern Monaco vincendo tutto. Oggi, a 42 anni, sta dimostrando il suo talento anche in panchina. È arrivato al Leverkusen solo lo scorso ottobre quando la squadra era in zona retrocessione dopo un avvio shock.

In pochi mesi però ha completamente ribaltato la situazione grazie al suo calcio moderno e propositivo. Il Bayer è cambiato poco nell’ultima sessione di mercato, cedendo anzi uno dei pezzi pregiati come Moussa Diaby all’Aston Villa. Eppure Alonso sta facendo volare i suoi con idee innovative e coraggiose scelte tattiche. Dopo aver centrato l’Europa nella passata stagione, quest’anno punta a un traguardo storico. Il tecnico spagnolo si conferma un predestinato: sta plasmando la sua creatura con personalità e mentalità vincente. E i risultati gli stanno dando ragione.

TOTALE CALCIO SPETTACOLO

Il calcio spettacolare del Bayer Leverkusen porta la firma di Xabi Alonso. L’allenatore spagnolo ha creato una macchina quasi perfetta, raccogliendo il meglio delle idee moderne. Si nota l’influenza di Pep Guardiola, suo mentore ai tempi del Bayern, nel possesso palla ragionato e nella fluidità di movimenti. I giocatori si scambiano continuamente posizione con scorribande e triangolazioni, seguendo i dettami del “tiki taka”.

Ma Alonso ha aggiornato il copione con il gegenpressing tanto caro a Jurgen Klopp. Appena persa palla, la squadra si compatta e accorcia ferocemente, cercando di riconquistarla il prima possibile. È un pressing ultra-offensivo, fatto negli ultimi 30 metri, per ripartire a razzo verso la porta avversaria. Questo mix di idee sta dando risultati eccellenti. Il Bayer Leverkusen diverte e vince grazie al gioco, prima ancora che per la qualità dei singoli. Merito della visione innovativa ma concreta del suo giovane condottiero che sta riscrivendo la storia del club.

ATTACCO ATOMICO-DIFESA BUNKER

Il Bayer di Alonso è una macchina da gol impressionante. Finora ha realizzato 93 reti in 31 partite, con una media spaventosa di 3 a match. Nessuna big europea, nemmeno le corazzate di Premier, Liga, Ligue 1 e Serie A, può vantare simili statistiche. Merito di un attacco straripante, capace di segnare in tutti i modi: sia con lunghe trame di possesso che con letali ripartenze verticali. Ma questo Bayer non eccelle solo davanti: la difesa è solidissima, avendo incassato appena 22 gol. Solo l’Inter in Europa ha fatto meglio.

Nello scontro al vertice contro il Bayern, la squadra di Alonso ha dimostrato di saper gestire anche la pressione. Davanti ai campioni in carica, in un match chiave per il titolo, ha disputato la solita gara di personalità, imponendosi nettamente per 3-0. Un successo limpido che certifica la consapevolezza del gruppo guidato dal giovane tecnico spagnolo. Questo Bayer sembra non avere punti deboli, essendo completo in ogni reparto e in entrambe le fasi di gioco.

ALONSO-ROLFES, COPPIA D’ASSI

Il Leverkusen non è solo la creatura di Xabi Alonso. Dietro questa cavalcata storica c’è anche un ottimo lavoro dirigenziale. L’allenatore e il ds Simon Rolfes hanno plasmato una rosa completa ed equilibrata. In estate sono arrivati profili di esperienza internazionale come Granit Xhaka e Alex Grimaldo. Quest’ultimo ha già messo insieme 10 gol e 10 assist, numeri enormi per un terzino che certificano la vocazione ultra-offensiva del gioco di Alonso. Ma ci sono anche giovani di grande prospettiva, su tutti Victor Boniface e Jeremie Frimpong. Il vero gioiello è però Florian Wirtz, trequartista tedesco classe 2003 definito da Alonso “un talento speciale”.

Il mix azzeccato tra senatori e promesse è la base dei risultati eccellenti. Tutti i giocatori, indipendentemente da età e curriculum, stanno rendendo al top grazie agli schemi innovativi, ma efficaci, del tecnico spagnolo. Il Bayer Leverkusen si sta rivelando una macchina quasi perfetta in ogni suo ingranaggio e la mano dell’allenatore emergente è supportata da scelte societarie lungimiranti.

COME AI TEMPI DI BALLACK

L’ultima volta che il Bayer Leverkusen dominò il calcio tedesco risale alla stagione 2001-2002, quando la squadra di Klaus Toppmöller e Michael Ballack sfiorò uno storico triplete crollando sul più bello. In campionato arrivò il sorpasso del Borussia Dortmund a poche giornate dalla fine. In coppa di Germania perse la finale con lo Schalke 04. In Champions gettò via il trofeo nell’indimenticabile finale con il Real Madrid, decisa dalla prodezza di Zidane. Da allora il Bayer non è più riuscito a lottare per traguardi così ambiziosi.

Ora, a distanza di oltre vent’anni, la squadra sembra aver ritrovato smalto e consapevolezza per interrompere un digiuno di vittorie che dura dal 1993. Ecco perchè questa potrebbe essere una chance irripetibile per la conquista della Bundes, anche perchè il Bayern in estate si rinforzerà. Sarebbe la ciliegina sulla torta di una bacheca in cui spicca la Coppa UEFA 1987-88, unico trofeo europeo vinto dopo una pazza rimonta in finale con l’Espanyol.

ALONSO FA SOGNARE LIVERPOOL

Il lavoro straordinario di Xabi Alonso al Bayer Leverkusen non è passato inosservato. Le big d’Europa hanno messo gli occhi sul tecnico spagnolo, destinato a una carriera da predestinato. Su tutte il Liverpool, con Klopp che lascerà in estate e i Reds che cercano un sostituto all’altezza. Alonso sarebbe il profilo ideale per stile di gioco e passato da idolo ad Anfield. Senza contare l’amore che ancora lo lega ai tifosi dopo le cavalcate europee di quasi 20 anni fa.

Per il momento l’allenatore spagnolo non si è espresso sul proprio futuro, concentrato come è nel continuare la cavalcata storica al Bayer. Ma appare chiaro come sarà complicato trattenerlo ancora a lungo. Ecco perché la dirigenza tedesca sta spingendo al massimo sull’acceleratore, per provare a centrare un titolo che manca da troppo tempo.

A proposito di Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. È il fondatore, ideatore ed editore.

Controlla anche

Vitoria Guimaraes – Farense Pronostico, probabili formazioni, quote e statistiche 13-04-24

Pronostico Vitoria Guimaraes – Farense: probabili formazioni, migliori quote, tutte le statistiche e dove vederla …

PSV Eindhoven – Vitesse Pronostico, probabili formazioni, quote e statistiche13-04-24

Pronostico PSV Eindhoven – Vitesse: Scopri probabili formazioni, migliori quote, analisi statistiche e dove vederla …