Home / Calcio / Champions League Women’s: Lione campione d’Europa
la rosa delle giocatrici campioni d'Europa.

Champions League Women’s: Lione campione d’Europa

Champions League Women’s: Il Lione é Leggenda. La squadra di Pedros é stellare in ogni reparto. Il Barcellona é annientato.

Lione vince, anzi stravince, la Champions League Women’s 2019.
Per le francesi si tratta della quarta vittoria di fila. Il sesto trofeo in 10 anni.

Ada Hegerberg é la stella più luminosa del firmamento transalpino. La giovane attaccante norvegese sigilla con una tripletta una stagione fantastica e conferma di meritare ampiamente il titolo di “pallone d’oro“.

Parlare solo della Hegerberg, sarebbe però riduttivo.
Il Lione é una orchestra perfetta e Reynald Pedros il suo compositore.
Intorno alla prima violinista, la Hegerberg, suonano melodiosamente le corde della Renard, impeccabile in difesa, e della Marozsan, autore del primo gol e di molte giocate sopraffine. Le improvvise accelerazioni della Van de Sanden, della Majri e della Bronze danno ritmo alla musica armonizzata in mezzo e in difesa dalla guida sapiente della Henry e della Bohuaddi in modo sublime.

Tutte le ragazze, tutte le atlete hanno contribuito a scrivere un’altra pagina della “Leggenda”.

In 40 minuti il Barcellona é stato annientato. Annichilito. Distrutto.
Il secondo tempo é servito per rendere l’onore delle armi e non umiliare le avversarie.

Il Barcellona non é riuscito a fare il gioco di rimessa che ben aveva fruttato in semifinale. Colpito subito a freddo, dopo 4 minuti, si é arreso senza opporre resistenza.

La cronaca del match

Pronti via, il Lione prende il comando della partita.
Dopo 20 minuti é già 3 a 0.
Al 4 minuto la Van de Sanden, preferita a sorpresa alla Cascarino, si invola sulla destra e pennella un cross al bacio per l’accorrente Marozsan che anticipa la Panos  fa 1 a 0.

La numero 10 Marozsan apre le marcature al 4 minuto.

 

La difesa blaugrana, punto di forza della squadra, va in bambola. La Panos, estrema difensore spagnola subisce gol dopo 664 minuti di imbattibilità.
Al 7 minuto rischia di subire il raddoppio ma la Panos é attenta e ribatte d’istinto   con i piedi.
Tra il 13 minuto e il 30 esimo si scatena Ada Hegerberg.
Le compagne la cercano. Lei fa capire il perché.
Assist di Van de Sanden, Majri e Bronze.
3 palloni giocabili.
3 gol.
Barça a tappeto.

Prima rete della norvegese.
Doppietta della numero 14.
Hattrick per il pallone d’oro in carica.

Dal 31 esimo in poi si assiste ad una lezione di calcio senza affondare il colpo. Il gol della bandiera all’88 della Oshoala non é serve a evitare l’umiliazione di una squadra mai entrata in partita.

Il tabellino della sfida

Lione 4-2-3-1: Bohuaddi; Bronze, Mbock, Renard, Majri; Henry, Fishlock; Van de Sanden, Marozsan, Le Sommer; Hegerberg.
Allenatore: Pedros.

Barcellona 4-4-1-1: Panos; Marta Torrejon, Pereira, Leon, Ouahabi; Mariona, Losada, Putellas, Martens; Bonmati; Duggan.
Allenatore: Cortes.

Reti: Marozsan 4, Hegerberg 14,19,30, Oshoala 88.

About Davide Casoria

leggi anche

Pronostico Cile Vs Uruguay, Copa America 25-06-19 e Analisi

Pronostico e analisi Cile – Uruguay, Copa America, Girone C, 3^ Giornata, Martedì 25 Giugno …