Home / Calcio / Clube do Flamengo, una disgrazia che non cancella la storia

Clube do Flamengo, una disgrazia che non cancella la storia

Il Clube do Flamengo ha vissuto l’altro giorno, probabilmente, uno dei giorni più tristi della sua storia quando un incendio è divampato nel centro sportivo del club carioca.

Calcio estero, Storie, Sudamerica, Clube de Regatas do Flamengo / La cosa che fa più male dell’intera vicenda è la perdita di ben undici persone, a quanto risulta fino ad oggi, tra cui più della metà erano ragazzi ancora minorenni i cui sogni son terminati ancor prima di spiccare il volo.

In questi casi è facile dire che “si poteva evitare tutto” ma per le verifiche del caso se ne occupereranno gli organi competenti, non spetta di certo a me giudicare; spero solo che venga fatta giustizia e basta.

Non son tenuto nemmeno a dilungarmi in quest’articolo su colpe e colpevoli vari, per cui passo ad occuparmi della storia che questo prestigioso club ha scritto e continuerà a farlo nonostante tutto.

Il Clube de Regatas do Flamengo, conosciuto semplicemente come Flamengo, è in realtà una società polisportiva famosa soprattutto per la sezione calcistica; si trova a Rio de Janeiro nell’omonimo barrio.

Tra i soprannomi utilizzati dalla “torcida” per riferirsi al club, come associazione sportiva, ci sono FlaMengo (scomposizioni del nome ufficiale), Mengão , così come simpatici nomignoli legati ai colori della squadra, ad esempio Rubro-negro, che significa “Rosso-nero”.

La storica mascotte del club ha sempre ritratto un avvoltoio, in portoghese “urubu”, un soprannome che gli avversari usano in tono dispregiativo.

Gli acerrimi rivali del Fla, sono le altre tre grandi squadre di Rio: il Flu o Fluminense, il Botafogo e il Vasco da Gama. Oggi, quella con il Vasco da Gama è considerata la rivalità più accesa del Flamengo anche se per altri è quella con il Fluminense.

La rivalità a Rio è cambiata nel corso del tempo: negli anni sessanta e settanta, ad esempio, i tifosi del Flamengo consideravano il Botafogo come la prima squadra nemica.

Ciò non toglie che il Flamengo sia riconosciuto come il club con più seguito, sia a Rio de Janeiro che in tutto il Brasile, avendo circa 35 milioni di tifosi.

Al Maracana sono passati fior di campioni, ad esempio Zico o Juninho Paulista (per restare in tempi più recenti), le cui gesta erano nei sogni di quei poveri ragazzi che non potranno mai più scendere in campo nello stadio più celebre al mondo.

 

 

About Andrea Restelli

leggi anche

Scatto salvezza: è la lotta più interessante del campionato?

Escluso il Chievo Verona, ultimo a 9 punti, la lotta per la permanenza in serie …