Home / CALCIO MERCATO / Calciomercato Estero / Diego Perotti, nel suo destino c’è un ritorno al Boca?

Diego Perotti, nel suo destino c’è un ritorno al Boca?

Il ritorno e il riscatto per Diego Perotti potrebbe avvenire al termine della stagione con un possibile rientro in patria nelle fila del Boca Juniors; il club ha chiesto il benestare alla Roma e al giocatore stesso, queste almeno sono le voci che circolano.

Calciomercato estero, Sudamerica, Storie, Diego Perotti / Potrebbe trattarsi di un ritorno per “El Monito” che ormai 5 anni fa vestì la maglia degli Xeneizes in un paio di occasioni, prima di ripiombare nei soliti problemi fisici che ne hanno spesso condizionato fin qui la carriera.

Il trequartista argentino, prossimo ai 31 anni, è deciso nel lasciare Roma dopo tre stagioni per cercare un rilancio in patria, sperando così di superare anche i soliti guai fisici che quest’anno lo hanno limitato a sole 11 presenze e 4 reti.

Figlio d’arte (suo padre Hugo fu anch’egli un calciatore), cresce inizialmente nelle giovanili del Boca Juniors, ma ben presto si trasferisce al Deportivo Moron dove debutta in prima squadra nel 2006. Nell’estate del 2007 si trasferisce al Siviglia e viene aggregato alla seconda squadra con cui gioca fino al 2008.

Il 15 febbraio 2009 esordisce in prima squadra. Il 23 maggio 2009 segna il suo primo gol con la maglia del Siviglia: all’ultimo minuto sigla contro il Deportivo il gol vittoria, permettendo al Siviglia l’accesso alla fase a gironi della Champions League.

Il 16 marzo 2010 marca la sua prima rete in CL nella gara di ritorno degli ottavi di finale contro il CSKA Mosca; al termine di questa stagione conquista anche la Coppa del Re. Negli anni successivi, tormentato dagli infortuni, gioca poco e in accordo con la società decide di fare ritorno in Argentina andando in prestito al Boca Juniors ma, a causa di un infortunio, giocherà solo due partite.

Da lì venne poi in Italia, acquistato dal Genoa, nell’estate del 2014, rimanendovi per due stagioni prima di passare alla Roma nel 2016. Ha giocato prevalentemente come esterno d’attacco, ma si è destreggiato anche come trequartista (suo ruolo naturale), seconda punta o da “falso nueve”. La velocità e il dribbling sono le sue caratteristiche, doti che da piccolo gli sono valse come soprannome “el monito” (la scimmietta).

Peccato che i continui problemi fisici ne abbiano limitato il numero di partite giocate più che le prestazioni, perché quando ha vissuto periodi di buona forma è spesso riuscito a lasciare il segno. Alfaro potrebbe avere uno dei rinforzi che cerca.

 

 

About Andrea Restelli

leggi anche

ne8h5k3qsu231b1r3beuwtxwk

Calciomercato, l’Everton prende anche Iwobi: affare da 43 milioni

Dopo aver allargato i cordoni della borsa per Richarlison un anno fa, e per lo …