Home / ESTERO / Asia / Estero; La Coppa d’Asia dopo la prima tornata
Risultati, classifiche e primi verdetti dalla Coppa d'Asia

Estero; La Coppa d’Asia dopo la prima tornata

Primo giro di boa in Coppa d’Asia, dove ieri si sono concluse le prime partite di ogni girone.

Non sono mancate le sorprese in questa tornata, tra le quali spicca la sconfitta dell’Australia campione in carica. Nazionali che hanno impressionato maggiormente sono la Giordania, che ha sconfitto proprio l’Australia, l’India (capace di asfaltare la più quotata Thailandia), la Palestina, che si dimostra squadra tignosa e il Turkmenistan, che ha sì perso contro il Giappone, ma ha giocato una partita ordinata e di orgoglio, mettendo più volte in seria difficoltà i più quotati nipponici.

Chi invece conferma le attese della vigilia sono l’Iran, che passeggia sullo Yemen, l’Arabia Saudita, che si libera con assoluta facilità della Corea del Nord, e la Cina di Marcello Lippi, che contro il Kirgyzistan porta a casa il bottino pieno.

Andiamo ora a vedere nel dettaglio girone per girone i risultati e le classifiche.

 

Gruppo A:

Emirati Arabi Uniti-Bahrain 1-1

Thailandia-India 1-4

Classifica: India 3; Emirati Arabi Uniti e Bahrain 1; Thailandia 0.

Non parte nei migliori dei modi la Coppa d’Asia per il Paese organizzatore, gli Emirati Arabi Uniti, che nella prima partita non riescono ad andare oltre il pareggio contro il Bahrain. Quest’oggi contro la rivelazione India, la formazione allenata da Alberto Zaccheroni è chiamata al riscatto, andando a conquistare i tre punti che garantirebbero la (quasi) certa qualificazione.

In programma quest’oggi anche Bahrain-Thailandia, con la formazione del Sudest asiatico chiamata al riscatto. Una non vittoria condannerebbe i thailandesi ad una quasi certa eliminazione con un turno d’anticipo.

 

Gruppo B:

Australia-Giordania 0-1

Siria-Palestina 0-0

Classifica: Giordania 3; Siria e Palestina 1; Australia 0.

Parte come peggio non potrebbe la competizione per i campioni in carica, sconfitti all’esordio dalla Giordania, considerato avversario più che abbordabile per gli oceanici alla vigilia. Domani contro la Palestina sfida verità: solo una vittoria potrà nuovamente far salire le quotazioni dell’Australia per la conquista del titolo finale.

In programma quest’oggi invece l’altra partita della seconda giornata di questo girone: a scendere in campo saranno la Giordania e la Siria, con i primi che hanno la ghiotta occasione di staccare il pass qualificazione già dopo il secondo match.

 

Gruppo C:

Cina-Kirgyzistan 2-1

Corea del Sud-Filippine 1-0

Classifica: Cina e Corea del Sud 3; Kirgyzistan e Filippine 0.

Confermati in questo girone i pronostici della vigilia: tutti si aspettavo questa classifica dopo la prima tornata e così è stato.

Ora Sven-Goran Eriksson, CT delle Filippine, è chiamato all’impresa: bloccare la Cina di Marcello Lippi e rientrare in corsa per la qualificazione. Più complicata la strada che porta al passaggio del turno per il Kirgyzistan, che affronterà domani la Corea del Sud, favorita numero uno per il primo posto del girone e una delle più serie pretendenti per la vittoria finale.

 

Gruppo D:

Iran-Yemen 5-0

Iraq-Vietnam 3-2

Classifica: Iran e Iraq 3; Vietnam e Yemen 0.

Con la larga vittoria per 5-0, l’Iran si è già quasi garantito un posto negli ottavi di finale, anche se dovessero arrivare ora due sconfitte contro Vietnam e Iraq, cosa tra l’altro difficile da immaginarsi, vista la solidità della formazione persiana. Vale il discorso opposto invece per il povero Yemen, che si trova con un piede già fuori dalla competizione dopo appena una partita. Per gli yemeniti è già un successo essere presenti alla fase finale, ma siamo certi che onoreranno la manifestazione fino in fondo, cercando di vendere cara la pelle nelle prossime due partite.

Vittoria importante per l’Iraq, che ha la meglio del Vietnam all’ultimo respiro grazie alla rete dell’atalantino Alì Adnan. Sfruttando il fatto che nel prossimo turno (da giocare sabato 12 gennaio) Adnan e soci si troveranno di fronte lo Yemen, la qualificazione potrebbe essere davvero ad un passo.

Il Vietnam deve invece fare la partita della vita contro l’Iran; se riuscissero i vietnamiti a strappare un punto si riaprirebbe il discorso qualificazione, visto che nell’ultima giornata gli attende lo Yemen, oggettivamente meno forte ed organizzato. Passare tra le quattro migliori terze non è una chimera per il Vietnam, ma molto, anzi tutto, dipenderà dalla sfida di sabato con l’Iran.

 

Gruppo E:

Arabia Saudita-Corea del Nord 4-0

Qatar-Libano 2-0

Classifica: Arabia Saudita e Qatar 3; Libano e Corea del Nord 0

Oggettivamente, ci aspettavamo di più dalla Corea del Nord. Invece nella prima partita l’Arabia Saudita ha da subito preso in mano il pallino del gioco, andando a chiudere la prima frazione con due goal di vantaggio e un uomo in più. Nella ripresa risultato arrotondato e qualificazione ad un passo. I sauditi affronteranno sabato il Libano, sconfitto nella prima giornata dal Qatar e sulla carta formazione meno forte del raggruppamento. Domenica, Corea del Nord-Qatar, sarà la sfida verità: se i coreani vincono riaprono ogni discorso qualificazione, dovesse invece arrivare un pareggio o una vittoria per i qatarini le formazioni del Golfo spiccherebbero il volo verso gli ottavi di finale.

 

Gruppo F:

Giappone-Turkmenistan 3-2

Uzbekistan-Oman 2-1

Classifica: Giappone e Uzbekistan 3; Turkmenistan e Oman 0

Diciamocelo chiaramente: se il Giappone è quello visto in campo ieri contro il Turkmenistan per i nipponici la conquista della Coppa d’Asia non è nemmeno da prendere in considerazione. A meno di sorprese eclatanti i giapponesi passeranno il girone, ma dovessero incrociare una “big” già agli ottavi o ai quarti non sembrano avere possibilità di qualificazione. Per questo motivo la sfida di domenica con l’Oman è importante non solo per i tre punti e la certezza matematica del passaggio del turno, ma anche per fornire una prestazione da grande squadra e mettere a tacere i critici.

In questo gruppo attenzione al Turkmenistan: partiti per essere “la squadra materasso” del gruppo, ora i turkmeni fanno paura. Domenica l’Uzbekistan di Hector Cuper è chiamato ad una prestazione maiuscola se vuole portare a casa tre punti e qualificazione. Resta il fatto che il Turkmenistan visto ieri meriterebbe di passare il turno anche come terza, non dovesse così essere la rassegna perderebbe una gran bella squadra.

 

Questi dunque i risultati della prima giornata di Coppa d’Asia.

Dati alla mano possiamo provare ad accennare qualche pronostico:

Rimangono stabili le quotazioni per la vittoria finale di Corea del Sud e Iran, con i persiani che al momento sembrerebbero avere qualcosina in più rispetto ai coreani.

Scendono invece quelle di Giappone e, soprattutto, Australia.

Si inserisce di prepotenza nel gruppo delle favorite l’Arabia Saudita, ma attenzione alle soprese India e Giordania: una delle due, se non entrambe, potrebbero essere le vere mine vaganti del torneo.

 

Di Davide Ravan

About Davide Ravan

leggi anche

Pronostico Gent vs Anderlecht, Jupiler Pro League 20-1-2019 e Analisi

Gent-Anderlecht, domenica 20 gennaio. Match che si preannuncia scoppiettante quello che vedrà opposte Gent e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.