F1, GP del Belgio: Quanto può “Spa”ventare la ripresa di una stagione…quasi scritta

Dopo una lunga pausa estiva fatta di annunci, smentite, incomprensioni, riflessioni e nuove direttive, la Formula 1 è pronta a riaccendere i motori in Belgio, teatro di storie incredibili quanto indimenticabili. Chi avrà la meglio? 

Dove eravamo rimasti? Già, ad una “Spa”ventosa attesa per uno “Spa”ventoso epilogo. Eravamo rimasti ad una domenica, nel 2021, in cui a dominare è stata la polemica. Una direzione gara in crisi per il maltempo e delle conseguenti scelte alquanto discutibili, eleggono Max Verstappen vincitore dopo appena due tornate. 

Un anno dopo, con un titolo mondiale in tasca, è sempre l’olandese a scendere in pista nel 2022 da protagonista: leader della classifica, con ben 82 lunghezze dal lontanissimo Charles Leclerc, avrebbe potuto continuare a godersi il relax lontano dai cordoli almeno fino a Singapore. Insomma, Red Bull arriva con la sua punta di diamante più che al sicuro, al secondo tempo di un mondiale in cui Ferrari non ha mantenuto le aspettative… 

Ma, mentre attendiamo l’esito del 14esimo Gran Premio della stagione, ripercorriamo alcuni – e interessanti – dati statistici della Formula 1 in Belgio. 

– Gli ultimi sette vincitori sono partiti dalla prima linea della griglia, sei dei quali dalla pole position. 

Dopo aver ottenuto la pole position, Max Verstappen ha vinto la “gara” nel 2021. Se riuscirà ad ottenere nuovamente la pole e una vittoria a Spa-Francorchamps, l’olandese sarà il primo pilota a riuscirci per anni consecutivi dopo Ayrton Senna (4, tra il 1988 e il 1991).

– La Red Bull qui ha vinto quattro volte. Se il team di Milton Keynes dovesse riuscire a salire di nuovo in vetta, solo a Monaco avranno più vittorie (6) che nel GP del Belgio (cinque anche in Malesia, Brasile e Abu Dhabi).

– La Ferrari è la squadra con il maggior numero di vittorie (18), pole position (13), giri veloci (19) e podi (48). Charles Leclerc è stato l’ultimo pilota Ferrari a ottenere una pole e una vittoria a Spa, entrambe nel 2019. 

Carlos Sainz Jr. ha conquistato almeno 10 punti in 10 delle sue ultime 12 gare concluse in Formula 1, tanti quanti ne aveva conquistati nelle sue precedenti 30 apparizioni nella massima competizione. 

– La Mercedes non è ancora riuscita a vincere in nessuna delle prime 13 gare disputate in questa stagione, il periodo più lungo senza vittorie dell’era ibrida e il peggiore dopo quello di 22 gare tra Bahrain 2012 e Spagna 2013. 

Lewis Hamilton è il pilota con il maggior numero di podi (10) e pole position (6) nel GP del Belgio. Se riuscisse a vincere, il britannico potrebbe diventare il secondo pilota con più vittorie in questo GP insieme ad Ayrton Senna (sarebbero 5). 

Fernando Alonso ha conquistato punti in ognuna delle sue ultime otto gare in Formula 1, il suo miglior risultato da Spagna 2018 (sempre 8). L’ultima volta che lo spagnolo ha guadagnato punti in nove gare consecutive nella competizione è stato tra Abu Dhabi 2013 e Belgio 2014 (15). 

Sebastian Vettel ha firmato la sua migliore posizione in qualifica per l’Aston Martin nel 2021 (5°) e solo in Azerbaijan, sempre nel 2021, il tedesco ha fatto meglio (2°) rispetto al GP del Belgio (5°) dello scorso anno (5° anche a Monaco 2021).  

– Se Guanyou Zhou e Valtteri Bottas otterranno almeno sette punti tra loro, l’Alfa Romeo riuscirà a stabilire il suo miglior bottino di punti in una singola stagione di Formula 1, superando i 57 conquistati nell’anno del suo ritorno nella massima serie (2019). 

E adesso, non ci resta che attendere…

 

About Beatrice Frangione

leggi anche

Bilancio recente positivo per la Fiorentina contro l’Atalanta

Atalanta-Fiorentina sarà un importante banco di prova per entrambe le formazioni: la Dea vuole confermarsi, …