Home / MOTORI / F1 / F1, PAGELLE GP GIAPPONE 2018 : HAMILTON IN SCIOLTEZZA, DISASTRO FERRARI
Lewis Hamilton festeggia la vittoria nel GP Giappone 2018. (Foto: twitter.com/F1)

F1, PAGELLE GP GIAPPONE 2018 : HAMILTON IN SCIOLTEZZA, DISASTRO FERRARI

F1, PAGELLE GP GIAPPONE 2018 : Lewis Hamilton vince ancora e prosegue spedito la sua corsa verso il quinto mondiale. Alle sue spalle Valtteri Bottas completa la doppietta per una Mercedes semplicemente stratosferica. Verstappen fa a sportellate con le Ferrari e chiude terzo mettendo addirittura sotto pressione Bottas nel finale. Le Ferrari vivono una domenica semplicemente disastrosa. Prima Raikkonen subisce il contatto con Verstappen e danneggia la sua monoposto. Poi Vettel, autore di una ottima rimonta nei primi giri, entra con troppo ottimismo sul pilota Red Bull e va in testacoda, compromettendo gara e ultime chance mondiali. Ad Austin Lewis Hamilton avrà già il primo championship point.

La partenza del GP Giappone 2018. (Foto:twitter.com/F1)

I VOTI DEI PROTAGONISTI DEL GP GIAPPONE 2018

LEWIS HAMILTON, voto 9,5 : Quando non t’inquadrano per un intero GP o stai facendo molto male o molto, molto bene. Lewis decisamente la seconda ipotesi.Non è un 10 perché nel finale Vettel gli ruba il giro veloce e il grand chelem del GP. Poca roba in mezzo all’ennesimo weekend dove il campione del mondo in carica bastona la concorrenza e si lancia a fionda verso il suo quinto mondiale che potrebbe arrivare già in USA. Inarrestabile.

VALTTERI BOTTAS, voto 8 : Alla guida di una monoposto che sembra tornata di un’altra categoria come gli anni scorsi, corre tre quarti di gara a debita distanza da “padron Hamilton” e da Verstappen che lo insegue. Nel finale si difende con qualche patema dal ritorno del pilota olandese. A costo di risultare noiosi “Rosberg ci manchi!”

Il contatto tra Vettel e Verstappen. (Foto: twitter.com/F1)

MAX VERSTAPPEN, voto 8 : Croce e delizia. Nei primi giri non resiste alla tentazione di combinare l’immancabile “porcata” che rovina la gara di Kimi Raikkonen. Poi non molla l’osso nel duello con Vettel (dove per la verità è abbastanza incolpevole). E’ fortunato ad uscire indenne in entrambi i casi e bravo a capitalizzare tanta  buona sorte. Va forte Max, talmente forte che nel finale mette sotto pressione il languido Bottas, costringendolo a destarsi dal suo torpore. Bravo ma falla una gara pulita se ti capita!

DANIEL RICCIARDO, voto 8 : Il team non lo aiuta, la power-unit Renault meno che mai. Daniel però, dopo essersi sofgato con urla belluine in pit lane post qualifiche, non si perde d’animo e risale la china con la solita disinvoltura e sorpassi per palati fini. C’è solo da sperare che Renault gli dia una monoposto competitiva per il prossimo anno e ci sarà da divertirsi.

KIMI RAIKKONEN, voto 6 : Iceman prolunga a 31 la sua striscia di gare senza guadagnare posizioni al via. Non è un bel dato ma al secondo giro Kimi sarebbe anche pronto a prendersi il terzo posto. Verstappen purtroppo gli sbatte contro e gli rovina monoposto e gara. Chiude quinto senza chance di fare di più.

SEBASTIAN VETTEL, voto 4 : Farà gran rabbia ai Ferraristi ma oggi come a Monza se lo merita tutto. Un primo giro da urlo, da nono a quarto (sfruttando il contatto che rallenta Raikkonen). Alla ripartenza dalla Safety Car vuole la posizione di un Verstappen già penalizzato. Ci sta l’attacco per non perdere le Mercedes, ma non lì quando hai due rettilinei in arrivo nei quali provarci. Max non gli spalanca il portone ma è stranamente pulito, lui entra alla garibaldina e manda in testacoda monoposto e sogni di rimonta. Questa versione pasticciona di Vettel il mondiale proprio non lo merita.

FERRARI, voto 4 : I social, ormai da tempo, pullulano di meme sulle folli strategie Ferrari. Vettel ha enormi responsabilità sulla resa mondiale ma il muretto delle Rosse fa di tutto per tenergli testa in questa gara di autolesionismo. La scelta delle gomme in Q3 è da teatro dell’assurdo.

MCLAREN, voto 0 : Il fatto che le monoposto del team di Woking siano una specie di ostacolo mobile arancione sulla pista, già di per se varrebbe un voto molto basso. Ma alla vigilia del GP del Giappone gli inglesi la combinano ancora più grossa dimenticandosi di comunicare le mescole degli pneumatici a Pirelli. In uno sport di millesimi siamo un gradino sotto l’amatorialità… roba che al confronto i governi della seconda repubblica erano esempi di organizzazione! Incommentabili

About s. jockeys

Laureato in Comunicazione Media e Pubblicità, innamorato da sempre dell'adrenalina del Motorsport, Formula 1 in testa, dell'eleganza del tennis e del bel calcio...

leggi anche

F1, PAGELLE GP RUSSIA 2018 : MERCEDES PESSIMA VINCENTE, FERRARI ARRENDEVOLE

F1, PAGELLE GP RUSSIA 2018 : Vince il GP di Russia 2018 Valtteri Bottas! anzi, …