Home / ESTERO / Gabriel Milito, un ritorno sulla panchina dell’Estudiantes LP

Gabriel Milito, un ritorno sulla panchina dell’Estudiantes LP

Ormai è ufficiale; dopo tre settimane circa dalle dimissioni dell’ormai ex tecnico Leandro Benitez sarà Gabriel Milito a prenderne il posto sulla panchina dell’Estudiantes La Plata, dopo l’esperienza col “Pincha” nel 2015.

Calcio estero, Storie, Sudamerica, Gabriel Milito /  Fratello del più “famoso” Diego, e reduce da un anno sulla panchina dei cileni dell’O’Higgins dai quali aveva dato le dimissioni nel luglio scorso, era alla ricerca di una nuova avventura.

Ritiratosi come calciatore al termine della stagione 2011/2012, inizia la sua carriera da allenatore con le riserve dell’Independiente nel 2013 fino alle dimissioni date il 28 novembre 2014.

Il 17 aprile 2015 è nominato allenatore dell’Estudiantes ma gli scarsi risultati ottenuti dalla squadra lo portarono all’esonero il 10 dicembre al termine del campionato.

Il 20 maggio 2016 torna all’Independiente, stavolta come allenatore della prima squadra mentre lo scorso anno ebbe la prima esperienza fuori dai confini nazionali, in Cile.

Escludendo di parlare della sua ancor breve carriera come tecnico, mi piacerebbe tornare indietro nel tempo per fare un rapido riassunto della sua esperienza come giocatore professionista.

Gabriel Alejandro Milito, per tutti “Gabi”, è nato a Bernal il 7 settembre 1980; con Beccacece del Defensa Y Justicia saranno i più giovani coach della Superliga.

Inizia a giocare con l’Independiente; nel luglio 2003 Milito stava per essere acquistato dal Real Madrid, ma venne respinto dopo che i test medici evidenziarono un problemino al ginocchio.

Così firma per il Real Saragozza. Con i “Los Blanquillos” in quattro stagioni conquistò una coppa ed una supercoppa di Spagna tra il 2003 e il 2004.

Il 10 luglio 2007 il Barcellona se lo aggiudica per 18,5 milioni di euro e, superate le visite mediche, firma un contratto quadriennale da 4 milioni l’anno.

Riassumendo, Milito ha vinto: un campionato argentino (Apertura 2002), tre volte consecutive la Liga (2009, 2010 e 2011), 2 Coppe del Re (2004 e 2009), 3 Supercoppe spagnole (2004, 2009 e 2010), 2 Champions League (2009 e 2011), una Supercoppa Europea (2009) e un mondiale per club (2009). Praticamente tutto a livello di club soprattutto durante la sua militanza in blaugrana.

È soprannominato “El Mariscal” (il maresciallo) per la sua propensione a guidare la difesa sia quando giocava da centrale che, in casi estremi, da terzino.

Sono sicuro che questa sua capacità riuscirà a trasmetterla, da allenatore, anche alla sua squadra. In bocca al lupo.

 

 

 

 

About Andrea Restelli

leggi anche

La FA Cup è del Manchester City: battuto il Watford 6-0

A Wembley festeggiano i Citizens che battono il Watford e centrano il primo ‘treble’ domestico …