Home/CALCIO MERCATO/Inter, grana Lukaku: la richiesta dello United spaventa i nerazzurri

Inter, grana Lukaku: la richiesta dello United spaventa i nerazzurri

Secondo il Corriere dello Sport non sarebbe stato saldato un bonus. I Red Devils chiedono in cambio Skriniar oppure Lautaro.

Calciomercato Internazionale Romelu Lukaku/ Dopo una trattativa molto lunga e complicata, che ad un certo punto sembrava portare Romelu Lukaku verso la Juventus, l’attaccante belga è diventato il simbolo della rinascita interista. Per la grande gioia dei tifosi e di Antonio Conte, il primo a credere in lui. Il colpo più costoso della storia dell’Inter e che nell’agosto del 2019 aveva comunicato un accordo di cinque anni sulla base di 65 milioni di parte fissa più altri 13 di eventuali bonus che portano il totale a 78.

Ma nelle ultime ore, a mettere in apprensione l’Inter e i suoi tifosi, ci pensa un articolo del Corriere dello Sport che riporta di una scadenza non rispettata con il Manchester United. Il quotidiano specifica che al momento della cessione i Red Devils avevano inserito una clausola che qualora non fosse stata rispettata una scadenza, i nerazzurri sarebbero diventati immediatamente debitori degli inglesi per l’intera cifra rimanente da saldare.

Una clausola che metterebbe sotto pressione il club di cinquanta milioni, se non sarà saldata entro il 31 marzo e con l’Uefa disposta a negare la licenza. Lo United potrebbe venire incontro alle esigenze dell’Inter, proponendo una soluzione alternativa ai 50 milioni da saldare o una contropartita tecnica a scelta tra Lautaro Martinez o Milan Skriniar.

Calciomercato Inter, il futuro di Lukaku spiegato da Repubblica

Anche Repubblica ha approfondito l’argomento tramite il giornalista Franco Vanni, il quale chiarisce che “l’Inter doveva 1.9 milioni di bonus al Manchester United alla fine della scorsa stagione. Dopo la pandemia, i due club hanno rinegoziato i tempi del pagamento, con scadenza aggiornata a luglio 2021. Eppure l’Inter già lo scorso gennaio ha pagato quanto dovuto. La dirigenza nerazzurra, nonostante la crisi di liquidità che ha investito l’azionista di maggioranza Suning Holdings, è infatti impegnata a rispettare le scadenze dei pagamenti per i cartellini dei giocatori. E quando c’è la possibilità di farlo, la linea è quella di pagare il prima possibile. I rapporti fra Inter e Manchester United sono buoni”.

Il giornalista prosegue: “Il prossimo 31 marzo scatterà la verifica Uefa, che impone alle società di non avere arretrati nel pagamento degli stipendi per quote superiori al 15 percento del monte ingaggi complessivo. E costringe le società a rispettare le scadenze dei pagamenti dei cartellini dei giocatori. Chi sgarra rischia di non poter partecipare alle coppe europee. Oltre alla negoziazione con lo United, l’Inter ha un tavolo aperto con il Real Madrid per il pagamento del cartellino di Hakimi. La prima rata di 10 milioni andrà saldata entro fine mese”, conclude Repubblica.

CALCIOMERCATO JUVE: RITORNO DI ALLEGRI? DECISO IL SUO FUTURO

Il Manchester United potrebbe venire incontro al club nerazzurro, come accaduto nella scorsa estate con Alexis Sanchez.

About Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. E' il fondatore e l’ideatore.

leggi anche

Atalanta, pazza idea: pronto un colpaccio d’esperienza

L’Atalanta fa sul serio. La trattativa è ben avviata. Un colpaccio d’esperienza proveniente da un …