Home/Calcio/Inter, quella semplicità diventata un tabù: la storia si ripete
Inter-Lazio
UDINE, ITALY - JANUARY 23: Romelu Lukaku of FC Internazionale competes for the ball with Tolgay Arslan of Udinese Calcio during the Serie A match between Udinese Calcio and FC Internazionale at Dacia Arena on January 23, 2021 in Udine, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Inter, quella semplicità diventata un tabù: la storia si ripete

È successo ancora una volta. Un déjà-vu per l’Inter come in Champions League. Quel gol tanto atteso che purtroppo non è mai arrivato. Anche a Udine lo stesso film, bastava un gol per acciuffare i cugini rossoneri ed invece è subentrata la frenesia, il nervosismo e soprattutto il non essere naturali e continui.

Dopo la gara perfetta contro la Juventus, in casa nerazzurra hanno sentito la pressione e si sono rimpiccioliti. Questo una grande squadra non lo deve fare mai accadere. L’Inter deve crescere ancora sotto questi aspetti. Le partite importanti devono diventare routine, normalità e non un tabù. Il tecnico, Antonio Conte, deve creare la pozione magica per sfatare questo incantesimo, altrimenti non se ne esce più. 2+2 fa 4 e quindi non è affatto un caso che tale processo sia presente nel DNA nerazzurro.

Tutto si può risolvere, però serve muoversi diversamente: le occasioni passano e non si cresce mai per diminuire il gap.

A CURA DI: FRANCESCO QUATTRONE

About Francesco Quattrone

leggi anche

Info, analisi e pronostico di Juventus-FC Porto, UEFA Champions League, 09-03-2021

UEFA Champions League, Ritorno Ottavi di Finale. Info, analisi e pronostico di Juventus-FC Porto, martedì …