Home / Calcio / Juventus, Bernardeschi può essere l’arma in più: ecco perché

Juventus, Bernardeschi può essere l’arma in più: ecco perché

La grande occasione di Bernardeschi: la Nazionale il suo trampolino di lancio

La Juventus risorge e riparte con più solidità e certezze ritrovate. Il giocatore su cui è necessario spendere due paroline è indubbiamente Federico Bernardeschi. Dall’inferno al paradiso: la sosta è servita parecchio all’ex viola, anzi è stata decisiva per riprendersi, oltre al calore del popolo bianconero, anche un posto sul rettangolo di gioco.

La Nazionale ha rispolverato il talento e tolto il blocco mentale che stava condizionando in negativo la sua stagione e la carriera. Invece, grazie a questo toccasana la Juventus ha un arma in più da sfruttare. Un’evoluzione importante e quasi inaspettata, alla fine però la ricetta giusta dopo vari tentativi è stata realizzata. L’ingrediente che mancava era proprio l’entusiasmo, l’autostima e l’essere preso in considerazione. Tutto questo grazie allo staff di Mancini e i risultati, adesso, sono davanti agli occhi di tutti.

Ora Bernardeschi potrebbe risultare il giocatore determinante anche nella rincorsa bianconera verso la testa della classifica. Sono tre i motivi su cui Pirlo può fare riferimento: la capacità di adattamento, intelligenza tattica e l’umiltà persa in precedenza. Insomma, il giocatore ha superato il periodo di difficoltà e ora può considerarsi un vero e proprio acquisto.

Da bocciato a promosso: l’acquisto di gennaio può essere lui

La Juventus ha bisogno di Bernardeschi e viceversa. Insieme si può instaurare quel legame forte mai reso prima. Il destino è nelle sua mani, un’altra possibilità è arrivata, direi meritata per il gran lavoro fatto dietro le quinte.

La bussola è stata ritrovata, perderla significherebbe l’ennesimo fallimento. A gennaio era sul punto di partenza e invece dopo aver scalato la montagna è lì a prendersi una maglia da titolare oppure diventare una carta micidiale da subentrante. Il colpo in canna dei bianconeri è servito, Bernardeschi è pronto.

Nella partita contro il Cagliari si è messo in evidenza, diciamo che la squadra sarda porta sempre bene al classe ’94, arriva proprio nel momento del bivio.

Questa volta, però, deve fare tesoro di tutto quello visto finora.

A CURA DI: FRANCESCO QUATTRONE 

About Francesco Quattrone

leggi anche

Stadio Napoli cambia nome

Lo stadio di Napoli è stato intitolato a Diego Armando Maradona

Lo Stadio di Napoli ha cambiato nome. Da oggi non è più il San Paolo …