Home / Calcio / Juventus con il dilemma Allegri: resta o va via?
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus. (foto: calciomercato.com)

Juventus con il dilemma Allegri: resta o va via?

Nonostante l’ottavo scudetto consecutivo in bacheca da almeno un mese (manca solo l’ufficialità, che dovrebbe arrivare già da questo fine settimana), la Juventus ha vissuto una delle serate più negative della sua storia recente: il fortino dell’Allianz (o, se preferite, Juventus) Stadium ha ceduto all’energia dell’Ajax che ha conquistato meritatamente l’accesso alle semifinali di Champions.

La dirigenza riflette sul futuro del tecnico Massimiliano Allegri, che ha reso grande e matura la Juventus dopo gli anni di Antonio Conte. Ha dato consapevolezza ad un gruppo e reso costante il percorso europeo dei bianconeri. Quest’anno, però, ci si aspettava di più, soprattutto dopo la prima parte di stagione praticamente perfetta. Lo scotto di Madrid è stato recuperato da Cristiano Ronaldo, che anche ieri è andato a segno. Sembra, però, mancare la compatezza di un gruppo abbandonato a sé stesso.

Si può parlare di assenze come quella di Chiellini (Rugani non perfetto ieri) e Mandzukic ma sarebbero parziali giustificazioni di una squadra costruita per andare avanti nella competizione europea: Dybala è in netta difficoltà e i terzini sono diventati parecchio vulnerabili. Non si prospetta una rivoluzione nell’organico ma qualcosa cambierà, proprio per il motto della stessa società: vincere è l’unica cosa che conta.

Dovesse restare Allegri, andrebbero via sicuramente Alex Sandro e Dybala che non rientrano nei piani del tecnico. Dovesse cambiare la guida tecnica, conferma non certa per De Sciglio, Khedira, Pjanic e Mandzukic (nonostante il rinnovo di qualche settimana fa). Resta in bilico la situazione Ronaldo: resta alla Juve per portare i bianconeri sul tetto d’Europa (nonostante non debba dimostrare null’altro, visto il rendimento), via verso un ritorno (Real o Manchester?) o un addio per un progetto ancor più prestigioso (PSG su tutti).

Non è il momento di buttar via tutto, in vista della festa probabile di sabato (dove, comunque, non mancheranno le contestazioni di una parte di tifoseria, forse abituata a dare per scontata la vittoria del campionato). Ma qualcosa bolle in pentola. E Agnelli, nonostante le conferme post partita, non farà passare indenne ai protagonisti l’ennesima delusione europea degli ultimi anni.

About Giuseppe Lenoci

La passione per il calcio mi spinge ad approfondire le varie dinamiche che si creano nei campionati italiani. A 25 anni, con due lauree in possesso, cerco di coinvolgere i lettori e di farli divertire, nonostante i problemi nel sintetizzare i testi,

leggi anche

Sheffield United

Championship, 43^ giornata: festa rinviata per il Norwich, Sheffield United secondo

Venerdì è andata in scena per intero la 43^ giornata di Championship. Turno che, come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.