Home / Calcio / News / Juventus-Sampdoria: Pirlo lancia i nuovi, Ranieri spuntato
Juventus-Sampdoria

Juventus-Sampdoria: Pirlo lancia i nuovi, Ranieri spuntato

Juventus-Sampdoria è una delle sfide più interessanti della prima giornata di Serie A. Domenica alle 20,45 i riflettori saranno tutti puntati su Andrea Pirlo alla prima panchina ufficiale della sua carriera. Sarà al comando dei Campioni d’Italia che, chiusa la brevissima era Sarri, ora cercano entusiasmo e nuovi stimoli per poter vincere in Italia e in Europa. A tenere a battesimo l’ex campione del mondo sarà la Samp di Ranieri, ironia della sorta uno dei tecnici più navigati dell’intero panorama italiano.

Juventus-Sampdoria: subito Kulusevski e Arthur

Andre Pirlo darà subito una fisionomia diversa rispetto alla scorsa stagione alla sua squadra. In Juventus-Sampdoria i bianconeri si schiereranno con il 3-5-2, modulo che in realtà appare non “puro” perché presenta sia Danilo, terzo centralein una difesa con Bonucci e Chiellini, che Alex Sandro, quinto a sinistra a centrocampo con compiti anche difensivi. Pochi dubbi in generale per Pirlo in vista del debutto e quasi tutte le facce nuove già in campo dall’inizio.

Nel cuore del rettangolo verde ci sarà Arthur, arrivato dal Barcellona nello scambio con Pjanic. Da valutare la presenza di Bentancur non al meglio, se non ce la farà ci sarà spazio per Ramsey. L’altro ballottaggio è tra l’americano McKennie e Rabiot con il transalpino in leggero vantaggio, ma attenzione perché lo statunitense è in crescita. Già pronta la coppia d’attacco, senza Dybala, out a pari di De Ligt e Bernardeschi, vicino a Cristiano Ronaldo ci sarà il baby gioiello Kulusevski. In estate ha impressionato tutti, adesso va a caccia di conferme nelle gare ufficiali.

I mille problemi di Ranieri

Juventus-Sampdoria sarà di sicuro una partita difficile per i blucerchiati. Il blasone e la forza dell’avversario sono sotto gli occhi di tutti e a rendere l’impresa ancora più ardua c’è la rosa di Ranieri. Linetty è stato venduto e non sostituito e poi c’è sempre il problema del centravanti, pedina mancante da ormai più di un anno. E proprio nel reparto offensivo piove sul bagnato perché anche Gabbiadini potrebbe non farcela. Così vicino a Quagliarella ci sarà spazio per Bonazzoli.

A Torino la Samp si presenterà con il solito 4-4-2 con Audero tra i pali, Bereszynski e Augello sugli esterni in difesa mentre al centro toccherà a Yoshida e Tonelli. L’ex Napoli è in vantaggio su Colley, sulla lista dei partenti per fare cassa al pari di Murru promesso sposo del Torino. A centrocampo la sostanza di Thorsby, le geometrie di Ekdal, e l’estro di Jankto e Ramirez. Basteranno per rovinare la festa ad Andrea Pirlo?

About Matteo Oneto

leggi anche

Bologna - Parma

Bologna – Parma: le certezze di Mihajlovic contro il “cantiere” di Liverani

Bologna – Parma di questa sera chiude la seconda giornata di Serie A. La sfida …