Home / HISTORY SPORT / La guerra civile in Ruanda e il cricket: la storia del Leyton Orient Football Club

La guerra civile in Ruanda e il cricket: la storia del Leyton Orient Football Club

Il calcio a Londra è magia pura che s’intreccia con la fuliggine nascosta nei camini dei tetti delle case vittoriane, tutte vicine, tutte uguali e con quei giardini disordinati che lasciano intravedere dalle tende smosse delle finestre i cucinini che si servono della luce del sole, quando splende da queste parti, cioè raramente.

Il Brisbane Road è uno degli stadi più particolari di tutta la città. Come tanti è incastonato tra le abitazioni e si lascia fotografare sprigionando tutto il suo fascino con la facciata principale, dove si legge a chiare lettere Leyton Orient Football Club.  In origine, nel lontanissimo 1881, nell’East London aveva sede una delle squadre di cricket più forti della città, ossia la Glyn Cricket Club, finanziata dal Primo Lord di Hillingdon.

Alcuni membri decisero di fondare una squadra di calcio che gli permettesse di allenarsi anche durante il freddo inverno. Uno dei giocatori più rappresentativi della squadra, impegnato anche nella Orient Steamship Navigation Company, ebbe l’idea di inserire all’interno del logo del club il suffisso Orient, ovvero Oriente, che indicava la collocazione geografica della squadra di calcio. Nel 1905 l’Orient iniziò a muovere i primi passi nei primi tornei amatoriali, in cui giocò per molti anni.

La squadra giocava con una divisa rosso acceso e si guadagnò il soprannome di The O’s, per via della O dietro la maglietta, che con gli anni cambiò tonalità, per poi tornare dopo gli anni ’50 al rosso classico. Dopo la Seconda Guerra Mondiale l’Orient divenne il Leyton Orient Football Club, disputando la sua prima e unica stagione in First Divison, 1962/63, culminata con la retrocessione.

Nel 1995 la squadra fu sull’orlo del baratro rischiando di fallire, poiché le piantagioni di caffè in Ruanda, dell’allora presidente Tony Wood, andarono distrutte durante la Guerra Civile, così il Leyton fu messo in vendita alla simbolica cifra di 5 sterline, pagate da Barry Hearn, che nel 2014 vendette il club all’imprenditore Francesco Becchetti, che in tre anni di presidenza rimediò due retrocessioni.

Il Leyton Orient, che nel 2014 fu anche protagonista di un reality show con l’obiettivo di ingaggiare nuovi talenti, allo stato attuale è sotto la proprietà di Nigel Travis e occupa la 19^ posizione della Football League Two.

Se vi doveste mai trovare da quelle parti, fate un salto al Brisbane Road.

di Antonio Marchese

About Antonio Marchese

leggi anche

Alberto Sordi e il pallone: in Romagna il suo Borgorosso Football Club

A cent’anni dalla nascita di Alberto Sordi, ricordiamo il film del 1970 girato in Romagna …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi