Maldini, nuova avventura in Arabia Saudita? L’Al-Ittihad ci prova

L’ex bandiera del Milan corteggiato dall’ambizioso club saudita: possibile ruolo da direttore generale per rilanciare le sorti della squadra

La carriera di Paolo Maldini potrebbe proseguire in Medio Oriente. Dopo l’addio al Milan, consumatosi solo pochi mesi fa, l’ex bandiera rossonera sarebbe finito nel mirino dell’Al-Ittihad, ambiziosa società dell’Arabia Saudita. A riportare l’indiscrezione è Fabrizio Romano, giornalista solitamente molto affidabile sul mercato.

I sauditi vorrebbero affidare a Maldini il ruolo di direttore generale per rilanciare le proprie ambizioni. L’Al-Ittihad sta infatti attraversando un periodo difficile, certificato dall’esonero del tecnico Nuno Espirito Santo, incapace di contrastare la supremazia dell’Al-Hilal di Koulibaly e Milinkovic-Savic. Maldini, dal canto suo, sta valutando con interesse la proposta. Trasferirsi a Jeddah e guidare il club che annovera tra le sue fila anche Karim Benzema rappresenterebbe per lui una nuova sfida tutta da vivere, a pochi mesi dalla separazione dal Milan con cui ha scritto pagine leggendarie da calciatore prima e da dirigente poi.

MALDINI, SI APRONO LE PORTE DELL’ARABIA: AL-ITTIHAD IN PRESSING PER L’EX BANDIERA ROSSONERA

Dopo l’addio al Milan, per Paolo Maldini si era parlato di un interessamento da parte del Paris Saint-Germain. Il club francese, da tempo a caccia della Champions League, avrebbe voluto affidare la gestione sportiva all’ex bandiera rossonera, nella speranza che la sua esperienza potesse finalmente portare la coppa dalle grandi orecchie sotto la Tour Eiffel. Le voci di una trattativa con il PSG però non hanno trovato riscontri concreti. Maldini, dopo aver salutato il Milan insieme a Frederic Massara, ha preferito prendersi del tempo per valutare con calma la prossima sfida professionale. E questa potrebbe essere in Arabia Saudita, con la corte serrata dell’Al-Ittihad. Il club di Jeddah vorrebbe affidargli il ruolo di direttore generale per tornare protagonista nel campionato locale. Dopo anni da dirigente in Serie A, per Maldini potrebbe profilarsi ora un’esperienza totalmente nuova in un altro continente.

AL-ITTIHAD, SQUADRA STELLARE IN ARABIA: DA BENZEMA A KANTÉ, MALDINI SI RITROVEREBBE UNA ROSA FARAONICA

L’Al-Ittihad negli ultimi anni ha attuato una campagna acquisti faraonica, portando in Arabia Saudita alcuni dei migliori calciatori al mondo. Il colpo più importante è stato senza dubbio Benzema, pallone d’oro 2022, arrivato in estate dopo aver salutato il Real Madrid. Il francese però non è l’unica stella della squadra. A centrocampo spiccano i nomi di Fabinho e Kanté, campioni affermatisi in Premier League che hanno deciso di sposare il progetto saudita. In difesa invece è arrivato dalla Serie A l’ex Lazio Luiz Felipe. Importanti innesti anche i due brasiliani Coronado e Romarinho e il bomber marocchino Hamdallah. Un mix di talenti che rende l’Al-Ittihad una delle squadre più competitive e ambiziose del panorama asiatico. Maldini si ritroverebbe a gestire una rosa di altissimo livello nel caso in cui accettasse il ruolo di direttore generale.

AL-ITTIHAD, RIVOLUZIONE IN CORSO: ESONERATO NUNO SANTO, MALDINI IL SOGNO PER LA DIRIGENZA

La società saudita ha recentemente deciso di sollevare dall’incarico il tecnico Nuno Espirito Santo, evidentemente ritenuto non più adeguato per le ambizioni del club. Al suo posto è stato promosso ad interim l’assistente Hassan Khalifa, che ha già guidato la squadra alla vittoria per 4-2 contro l’Abha. Si tratta però di una soluzione temporanea, in attesa di ingaggiare un nuovo allenatore di alto profilo per la panchina. Contestualmente la dirigenza è a caccia anche di un nuovo direttore generale, dopo aver definito la separazione con il precedente dg. Il nome che circola con insistenza è quello di Maldini, bandiera del Milan che potrebbe accettare di iniziare una nuova avventura in Arabia Saudita. L’Al-Ittihad punta a creare una coppia dirigenziale-tecnica di primissimo piano per tornare protagonista nel campionato locale.

MALDINI-AL-ITTIHAD, SVOLTA STORICA:  L’ARABIA POTREBBE ESSERE LA PRIMA ESPERIENZA ALL’ESTERO

La carriera di Paolo Maldini è stata indissolubilmente legata al Milan, club con cui ha giocato per tutta la vita da calciatore vincendo tutto. Anche da dirigente, dopo un breve accostamento al Chelsea di Carlo Ancelotti, ha sempre operato in ambito rossonero, prima tra il 2018 e il 2023 e poi con l’addio arrivato la scorsa estate. In tutti questi anni si è spesso parlato di possibili nuove avventure per Maldini, tra cui il PSG e l’Al-Ahly, ma alla fine non si è mai concretizzato nulla fuori dall’Italia. L’offerta dell’Al-Ittihad potrebbe quindi rappresentare una svolta e il primo vero incarico lontano da Milano per la leggenda del Milan.

Se Maldini dovesse davvero accettare il ruolo di dg in Arabia Saudita, si tratterebbe di una scelta professionale inedita e coraggiosa, che aprirebbe un nuovo capitolo della sua carriera dirigenziale. Dopo una vita in rossonero, Maldini è pronto alla prima esperienza fuori dall’Italia.

A proposito di Redazione La Notizia Sportiva

Controlla anche

michael rothling univpm

Dai big del calcio al marketing Univpm: in aula con Rothling

Dai grandi nomi del calcio al Marketing Univpm: un Michael Rothling a tutto campo, nelle …

Roma

Roma-Bologna: pronostico, probabili formazioni e quote 22-4-2024

Roma-Bologna, pronostico aggiornato al 21 aprile 2024, ore 9:00 – Gol+Over 2.5// 1+2, probabili formazioni …