1r4ouhe11xiu11m2uok3kosmcj

Manchester City-QPR, il retroscena di Aguero: “Dissi a Balotelli di starmi vicino”

Otto anni dopo, in Inghilterra – ma non solo – quella partita del 13 maggio 2012 se la ricordano tutti. Ma proprio tutti. 90 minuti entrati di diritto nella storia non solo del Manchester City, che battendo per 3-2 il QPR ha conquistato il titolo dopo 44 anni d’astinenza, ma della stessa Premier League.

Perché emozioni del genere, forse, si erano vissute solo nel celeberrimo Liverpool-Arsenal di ‘Febbre a ’90’. Quando la Premier, con la sua attuale denominazione, nemmeno esisteva.

Apre Zabaleta al termine del primo tempo, ma il QPR non demorde e, nella ripresa, segna due volte: prima con Djibril Cissé, ex attaccante della Lazio, poi con Mackie. Il tutto nonostante l’espulsione comminata al bad boy Barton. Ma nel finale accade l’imprevedibile: Dzeko segna il 2-2 al 2′ di recupero e poi, negli ultimissimi secondi, Aguero batte Kenny completando una rimonta ai limiti dell’assurdo.

Tutto visto e rivisto. Emozioni entrate nella storia recente del City. Eroe di quel pomeriggio: Sergio Aguero, naturalmente. Protagonista secondario: Mario Balotelli. Entrato dalla panchina a un quarto d’ora dalla fine al posto di Tevez e decisivo, con il passaggio perfetto per il 3-2 del Kun. Un episodio che, qualche anno dopo, lo stesso Aguero ha raccontato entrando nei dettagli.

“Gli ho detto: ‘Stammi vicino, voglio provare a giocare con un uno-due. Lui mi risponde: ‘Sì, sì!’. Ma non so se mi stesse ascoltando, è un po’ folle e non so se mi abbia capito. Però pochi secondi dopo ho ricevuto palla, ho cercato Mario con lo sguardo e gliel’ho data. Lui nonostante fosse in caduta, me l’ha ridata e io sono riuscito a segnare”.

E Balotelli? Nel post partita era l’immagine della serenità.

“Meglio vincere così che 6-0… Ero in panchina, sono andato a scaldarmi con Micah (Richards, ndr) quando loro hanno segnato il secondo goal. Micah si è arrabbiato e io gli ho detto ‘Vinceremo’. Ed è andata così. Se qualcosa è impossibile non ci credo, ma questo era possibile, per cui ci credevo”.

Il resto è storia. Il Manchester City ne avrebbe vinte altre tre, di Premier League: nel 2014, nel 2018 e nel 2019. Ma la prima volta è sempre la prima volta. Specialmente per com’è arrivata. E specialmente per un club che, negli anni precedenti, aveva dovuto perfino subire l’onta di una retrocessione nella terza serie inglese.

About Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. E' il fondatore e l’ideatore.

leggi anche

pronostico Sampdoria-Milan e probabili formazioni

Serie A | Sampdoria vs Monza probabili formazioni e pronostico

Serie A, 8^ giornata, analisi, probabili formazioni e pronostico di Sampdoria-Monza, domenica 2 ottobre 2022. …