Home / MOTORI / F1 / Monaco 2012, la magia di Schumi
Credit: Wikipedia

Monaco 2012, la magia di Schumi

Dopo due stagioni altalenanti al rientro in Formula 1, Michael Schumacher ripone tutto su quella 2012. La Mercedes F1 W03 sembra la vettura perfetta per l’all in del tedesco.

Che infatti vola nelle qualifiche (4° in Australia, 3° in Malesia e addirittura 2° in Cina dopo la retrocessione di Hamilton) salvo poi essere bersagliato dalla sfortuna in gara. Dopo 4 prove ha raccolto appena 2 punti.

In Spagna un discusso incidente con Bruno Senna gli costa ritiro, critiche e soprattutto 5 posizioni di penalità in griglia da scontare alla gara successiva, Monaco.

Sabato 26 maggio, mancano pochi minuti alle 15:00.

Nella fase decisiva del Q3 il primo ad andare in testa è Romain Grosjean su Lotus, Nico Rosberg su Mercedes lo batte mentre Lewis Hamilton inserisce la sua McLaren tra i due. Quando Mark Webber conclude il suo giro in 1’14″381, sembra calare il sipario.

Sembra.

Perché in pista c’è ancora la Freccia d’Argento numero 7 e sta volando. Schumi ferma il cronometro a 1’14″301.

Credit: MotoRefrain

Una prova di forza impressionante che tuttavia non vale a fini statistici. Per la Storia si.

About Francesco Tassi

'Uno che nasce in Emilia Romagna e impara a leggere su Autosprint ha il destino segnato. Giornalista de mutòr e ufficio stampa.'

leggi anche

Monaco ’97, Schumi nel nome di Gilles

Domenica 11 maggio 1997 va in scena a Monaco il quinto appuntamento del mondiale di …