Home / MOTORI / Moto GP / MotoGP-Covid19, si corre ai ripari: sviluppi bloccati fino al 2021
(www.motofire.com)

MotoGP-Covid19, si corre ai ripari: sviluppi bloccati fino al 2021

Si studiano soluzioni per ammortizzare le perdite economiche e concludere il campionato.

Il Motomondiale programma la ripartenza, dopo un periodo di stop, dovuto alla pandemia. Si valuta a una rapida riapertura della stagione con sole gare europee, per contenere le perdite subite, ma essendo certi di non vanificare gli sforzi fatti fino ad ora mettendo la salute al primo posto.

Dopo lo shock iniziale, Dorna e Team lavorano in sintonia, studiando i primi bilanci sulle perdite sino ad ora subite ed elaborando nuove strategie per evitare una crisi profonda. L’impatto con il Covid 19 sarà pesante, questo lo sanno, per cui si studiano delle strategie anti-crisi per cercare di tenere in piedi il tutto.

Ad esempio, nel caso in cui si tornasse a correre le moto non dovranno subire modifiche dalla prima all’ultima gara a livello di motore e aerodinamico. Non solo, l’intento della GP Commission è quella di farla perdurare sino a tutto il 2021. Quindi, Honda, Yamaha, Ducati e Suzuki non potranno sviluppare nuovi motori nemmeno nel prossimo anno. Stesso discorso per Aprilia e KTM che dispongono delle concessioni.

Una decisione dettata dall’esigenza di contenere il momento delicato per facilitare la ripresa ad aziende e team che hanno vissuto il periodo forzato. Lo stop in Europa, a cui a farne le spese è stata la Michelin, il principale fornitore di gomme del Motomondiale, si è esteso anche in estremo oriente con il Giappone che ha dichiarato lo stato di emergenza costringendo i principali costruttori del Sol Levante a sospendere ogni attività.

Se tutto finirà si ripartirà nel 2021 con i pacchetti odierni e in base a come l’economia reagirà, si potrà tornare alle regole attuali che prevedono il cambio di carena a stagione in corso e motori aggiornati solo per chi ha le concessioni.

Per quanto riguarda la Moto2 si correrà come ora con un solo motore per tutti, il Trump da 765 di cilindrata, e quindi non saranno possibili modifiche di configurazioni aerodinamiche fino al termine della stagione. Anche la Moto3 rimarrà invariata fino al 2021.

Il calendario: si studia la soluzione

I prossimi incontri saranno legati alla discussione del calendario che si profila per questa stagione solo a livello europeo con GP a porte chiuse. Verrebbero a mancare gli introiti dei botteghini e degli organizzatori locali, ma si salverebbero almeno quelli sostenuti dai diritti tv, la principale fonte di guadagno del Motomondiale, e dai cartelloni pubblicitari esposti a bordo pista.

Verrà sicuramente approvata una Commissione Medico Scientifica che metterà in atto un protocollo che definirà le norme per accedere ai tracciati. Durante i week end verranno sanificati con frequenza e tutti dovranno sottoporsi ai test.

Anche il paddock dovrà limitare la presenza di addetti ai lavori (attualmente sono 2000 le unità che si muovono all’interno di un circuito) con rigidi protocolli di sicurezza che riguarderanno tagli a sponsor, ospiti e hospitality. Per quanto riguarda i media, invece, potranno assistere all’evento solo quelli che detengono i diritti tv. L’orientamento è quello di tenere blindati i team evitando i contatti con l’esterno.

L’obiettivo rimane sempre quello di garantire la salute e sostenibilità economica. Per il resto si parlerà più avanti.

About Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. E' il fondatore e l’ideatore.

leggi anche

Tradizione e numero 1000: tolto il velo alla nuova Ferrari

Svelata la monoposto della stagione 2020: più rosso, seppur opaco e numeri old-style di Stefano …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi