Home / MOTORI / Moto GP / Mugello 2019: sarà (ancora) Ducati?
Mugello 2019: sarà duello Marquez-Dovizioso? (lat.motorsport.com)

Mugello 2019: sarà (ancora) Ducati?

All’alba del lungo weekend di Mugello 2019, fremono i motori in Casa Ducati. Márquez, ancora a secco nel round tricolore del MotoGP, di certo è pronto per dire la sua. Dunque, cosa dovremo aspettarci?

Ci siamo. Ventiquattro ore ci separano dalla prima giornata di prove di Mugello 2019. La sesta tappa del Motomondiale è tutta italiana, aspettativa inclusa. Perché, diciamocelo senza troppa retorica, dalle curve di uno dei circuiti più belli del mondo, in molti si aspettano (o sperano) che ad avere la meglio sia una due ruote made in Italy. Quella che, ha la sua Casa a due passi dall’asfalto di gara, la Ducati.

Dovizioso ci va cauto

Non è mera scaramanzia. Nonostante la Rossa di Panigale abbia a suo attivo la doppia vittoria del 2018 (allora con Lorenzo a bordo di una delle due ufficiali sul gradino più alto del podio), Andrea Dovizioso non ce la fa a dire che saranno tutte rose e fiori. “Al Mugello ci giocheremo la gara – ha detto – ma per la Ducati, quest’anno, sarà difficile fare la differenza”. E, ancora: “Non basta quello che abbiamo: stiamo facendo bene, ma non abbastanza per giocarci il campionato”. La Honda scalpita ed è pronta a mettere in cantiere l’ennesimo alloro. Ce la farà?

Honda imbattibile?

La casa alata è riuscita a colmare il gap che la separava dalle prestazioni della Ducati, inutile negarlo. Dal canto suo, la Rossa sembra essersi fermata ai box. A detta di chi ne sa di prestazioni e motori, infatti, seppur è il pilota della Honda spesso e volentieri a fare la vera differenza, anche la RC è esageratamente migliorata. Non ci sono piste, condizioni climatiche, curve e rettilinei in cui lo spagnolo non riesca a dire la sua. Non c’è più “incrocio” di Dovi che tenga. Ed è qui che la Ducati si dovrebbe fermare a riflettere, almeno come ha fatto il suo pilota.

Mugello 2019: cosa bolle in pentola?

Le prossime due gare probabilmente, determineranno una svolta. Italia e Spagna, due settimane per chiarirsi le idee. Marc Márquez, non vince nel Bel Paese e in Catalunya dal 2014. Motivo in più per spingere il gas e scappare da tutti fin dalla prima curva. La Ducati, dal canto suo, è proprio al Mugello e a Barcellona che ha sempre dato il meglio di sé. Motivo in più per cercare la rivalsa. Cosà accadrà? Non ci resta che aspettare gli eventi.

Mugello 2019: orari in TV

Il weekend del GP d’Italia sarà trasmesso integralmente  in diretta da Sky (Sky MotoGP) e, parzialmente, da TV8 (canale 8 del Digitale Terrestre) che trasmetterà la diretta di qualifiche e gara.

Venerdì 31 maggio
Libere 1: 9.50-10.45
Libere 2: 14.05-15

Sabato 1 giugno
Libere 3: 9.50-10.45
Libere 4: 13.30-14
Qualifiche: 14.10-14.50

Domenica 2 giugno
Gara: ore 14

 

About Belardelli-Mulas

Lauretta Belardelli e Armando Mulas. Lei la penna, per professione; lui l'idea, per passione. Coppia nella vita e, ora, anche sul web con l'obiettivo di scrivere sul mondo delle due ruote e, soprattutto, sul maggiore dei suoi Campionati. Nel cuore il Dottor Rossi e le Ducati...

leggi anche

Danilo Petrucci primo (e Dovi non ci sta)

Il Mugello è di Danilo Petrucci. Il pilota di Terni conquista le curve più belle …