Credit: wikipedia

F1, Pronostico GP Spagna: Alonso, il terzo incomodo. Barcellona consegna il podio allo spagnolo?

La resa dei conti in terra catalana: Verstappen padrone del Mondiale o sarà rivoluzione?

La F1 fa tappa a Barcellona, gara tradizionalmente punto di svolta tecnico della stagione. Le scuderie portano aggiornamenti che cambiano le gerarchie, e quest’anno è fondamentale: deciderà le sorti di un Mondiale dominato da Verstappen e Red Bull.

Solitamente il GP di Spagna modifica gli equilibri, con sviluppi che ribaltano i valori visti nelle prime uscite. Le squadre anticipano novità che fanno la differenza, per provare a cambiare le sorti di un campionato. Quest’anno l’appuntamento è cruciale: finora Verstappen e la Red Bull hanno dominato, Barcellona dirà se potranno continuare a farlo o se Ferrari e Mercedes riapriranno tutto.

Occhi puntati su Ferrari e Mercedes, chiamate alla svolta per non perdere contatto da Verstappen. Le nuove ali e fondi promessi dovranno cambiare il trend, per tornare a lottare alla pari con Red Bull. Sainz e Leclerc, Hamilton e Russell non possono più aspettare: hanno bisogno di vincere, o almeno salire sul podio, per accorciare in classifica.

Verstappen parte ampiamente favorito, forte di 4 vittorie su 6 GP. Le quote danno fiducia al campione in carica e alla Red Bull, superiori finora. Ma le gare sono lunghe, gli imprevisti sempre dietro l’angolo: la Rossa e le Frecce potrebbero stupire. Occhio agli outsider, sopratutto ad Alonso, a caccia del podio con l’Aston Martin.

LA PISTA – Montmelò è cruciale tecnicamente, perché riassume le caratteristiche di ogni pista. Se una macchina primeggia qui, sarà in grado di farlo ovunque. Da sempre sede dei test invernali, è il circuito ideale per valutare il pacchetto ed eventuali sviluppi. Alterna curve veloci a guidate, rettilineo lungo, frenate e ripartenze repentine. Richiede il massimo da vettura e pilota: velocità, trazione, freni, bilanciamento tra carico e accelerazione. E’ la pista preferita dai piloti, che possono spingere al limite, e dalla Pirelli per lo stress sulle gomme. Non sempre dà spettacolo, ma mostra i valori in campo e indirizza la stagione. Se una scuderia è competitiva a Montmelò, lo sarà fino alla fine.

Credit: Wikipedia

I VINCITORI – Il GP Spagna è un pilastro storico della F1. Solo tra il ’82 e l’85 non si è svolto, correndo prima a Jarama, Montjuich e Jerez. Dal ’91 è a Montmelò. Nella prima vinse Mansell con la Williams. Più vittorie per Schumacher, 6, e Hamilton. Schumi ha dominato tra il ’01 e il ’04 (Ferrari imbattibile), prima Hakkinen con la McLaren ne vinse 3 di fila (’98-’00). Dal 2014 solo Verstappen ha interrotto il dominio Mercedes: prima vittoria al debutto in Red Bull nel ’16 e nel ’22, con Leclerc k.o. e Hamilton vincitore 5 volte di fila (’17-’21). Rosberg vinse nel ’15 per la Mercedes. La Ferrari non vince dal 2013 (Alonso), ma comanda con 12 successi davanti a Mercedes (7) e Williams (6).

LE QUOTE – I bookmakers danno Verstappen ampiamente favorito, forte delle prestazioni e del primato in classifica. Leclerc, Hamilton e Russell inseguono ma partono indietro. Quote interessanti per Perez, competitivo e spesso a podio. Stuzzicano anche quelle di Alonso, a caccia del colpo grosso con l’Aston Martin. Diamo un’occhiata alle migliori quote dei bookmakers per il GP Spagna: su Bet365 Verstappen è favorito a 1.36, seguito da Perez a 4.00. Alonso paga 11.00, Leclerc 29.00, Hamilton e Russell 34.00, Sainz 41.00. Più remunerative le quote di Stroll, 151.00, e Ocon, 301.00.

Snai quota Verstappen 1.45, Perez 4.50, Alonso 7.50, Leclerc 15.00, Hamilton e Russell rispettivamente 20.00 e 33.00, Sainz 33.00. Stroll rende 100.00, Ocon 250.00. 888Sport offre Verstappen a 1.44, Perez a 4.50, Alonso a 9.00, Leclerc a 17.00, Hamilton a 23.00, Russell a 29.00 e Sainz a 34.00. Più generose le valutazioni di Stroll (125.00) e Ocon (300.00). Le quote potrebbero cambiare dopo prove libere e qualifiche. I riscontri cronometrici condizioneranno le valutazioni dei bookmakers, perciò meglio giocare prima.

IL CONSIGLIO – Montecarlo ha confermato le gerarchie: Verstappen è imprendibile, Perez non pervenuto e ha consegnato il Mondiale all’olandese. Dietro, Ferrari 5^, Aston Martin, Mercedes e Alpine meglio. La Rossa porta aggiornamenti a Barcellona per chiudere fase di esperimenti. Verstappen è inarrestabile, ha il passo per dominare anche in Spagna. Il tracciato esalterà le RB, il divario al traguardo sarà ampio.

L’Aston Martin sembra in palla e Alonso è in gran forma. Se ci saranno problemi per i top team, lo spagnolo è pronto a inserirsi nella lotta podio, ma attenzione alla Mercedes, se accorcerà il gap. Si corre per il secondo posto, Red Bull inarrivabile: le quote migliori puntano sul divario ampio al traguardo!

A proposito di Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. È il fondatore, ideatore ed editore.

Controlla anche

De Zerbi sbarca in Francia: il Marsiglia ha il suo nuovo condottiero

L’ex tecnico del Brighton pronto a rivoluzionare il calcio francese con il suo gioco spettacolare. …

Croazia con l’acqua alla gola: l’incubo eliminazione è realtà?

Modric e compagni appesi a un filo sottilissimo dopo il pareggio beffa con l’Italia. Serve …