Home / Calcio / News / Sassuolo-Cagliari, l’usato sicuro di De Zerbi e la rivoluzione di Di Francesco
Sassuolo-Cagliari, la prima di Di Francesco

Sassuolo-Cagliari, l’usato sicuro di De Zerbi e la rivoluzione di Di Francesco

Sassuolo-Cagliari di domenica 20 settembre alle 18 promette spettacolo. I padroni di casa hanno già dimostrato l’anno scorso di saper essere belli e vincenti. Di Francesco è da sempre allenatore che ricerca gioco e gol insieme alle sue squadre. Così in un Mapei Stadium ancora vuoto a causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Coronavirus, potrebbe esserci spazio per gol e divertimento.

Sassuolo-Cagliari: De Zerbi non cambia

La preparazione di Sassuolo-Cagliari in casa degli emiliani prosegue con qualche intoppo. Il più importante riguarda le condizioni di Locatelli, vero e proprio faro della squadra di De Zerbi. Il centrocampista è acciaccato ma dovrebbe farcela, o almeno lo sperano tutti visto che Magnanelli è out per infortunio. Fuori dai giochi anche Peluso, squalificato, e il talentino francese Jeremie Boga, sicuramente l’assenza più pesante.

De Zerbi ha in programma di schierare la sua squadra esattamente come l’anno scorso, con il 4-2-3-1 e tanta voglia di cercare il bel gioco, unito ai risultati. Così davanti a Consigli ci saranno la rivelazione Toljan, Kyriakopoulos, Ferrari e Marlon. In mezzo, detto di Locatelli, Obiang dovrebbe conservare la maglia da titolare. In attacco alle spalle di Caputo si muoveranno Berardi a destra, Djuricic in mezzo e probabilmente Haraslin a sinistra. L’alternativa all’ultimo citato è Traorè che al momento parte leggermente indietro.

La nuova avventura di Di Francesco al Cagliari

Cambia tutto invece il Cagliari che contro il Sassuolo saluta l’esordio ufficiale di Eusebio Di Francesco. Il nuovo allenatore porta in dote il 4-3-3, modulo mai utilizzato da Maran e da Zenga nel recente passato. Anche in questo caso la rosa non sarà al completo perché non ci saranno Ceppitelli, Pereiro, Cerri e Romagna. Rispetto al campionato passato ci saranno almeno due facce nuove. Si tratta di Marin in mezzo al campo e del giovane e promettente Sottil, appena arrivato dalla Fiorentina, in attacco. Sarà lui a completare il tridente insieme a Simeone e il capocannoniere sardo della scorsa stagione Joao Pedro.

Al centrocampo del campo non si può prescindere dal dinamismo e dalla qualità di Nandez e Rog mentre in difesa davanti a Cragno la coppia centrale sarà formata dal giovane Walukiewicz e da Klavan. Sugli esterni le maglie da titolare sono già assegnate e Faragò e Lykogiannis.

About Matteo Oneto

leggi anche

Bologna - Parma

Bologna – Parma: le certezze di Mihajlovic contro il “cantiere” di Liverani

Bologna – Parma di questa sera chiude la seconda giornata di Serie A. La sfida …