Home/MOTORI/F1/F1 – ‘Schummy’ e il test su Ligier
Credit: Twitter

F1 – ‘Schummy’ e il test su Ligier

Era la fine del 1994, quando Michael Schumacher testò all’Estoril il motore Renault alla guida di una Ligier JS39b dopo aver vinto il suo primo titolo mondiale con la Benetton.

Nel 1994 Michael Schumacher si laurea campione del mondo per la prima volta al volante della Benetton nonostante un motore, il V8 Ford ZR, meno prestazionale del V10 Renault montato sulla Williams: la controversa B194 e il talento del tedesco avevano fatto la differenza.

Dal ‘95 la casa transalpina avrebbe iniziato ad equipaggiare anche la scuderia anglo-trevigiana grazie all’ennesimo colpo di genio ad opera di Flavio Briatore.

Il manager italiano infatti aveva salvato la Ligier – motorizzata Renault – dal fallimento dopo l’arresto dell’allora proprietario Cyril de Rouvre, ‘scippandole’ la fornitura dei propulsori, per poi cederla a Tom Walkinshaw.

Il campione di Kerpen, impaziente e meticoloso, chiede ed ottiene di testare il motore nei test in programma all’Estoril dal 12 al 15 dicembre, calandosi nell’abitacolo della Ligier JS39.

Credit:MotoRefrain

Schumacher prova mercoledì 14, stesso giorno scelto dal rivale Damon Hill per la gioia dei media e degli sponsor, fermando il cronometro a 2 secondi dal record della pista, suo peraltro, ottenuto a settembre nelle prove dopo il GP: vettura non irresistibile, motore mostruoso.

Quello stesso giorno Cesare Fiorio, Direttore Sportivo della Ligier, fa scendere in pista anche il ‘titolare’ Panis con la versione ‘A’, dotata di un motore meno potente e di una nuova cremagliera dello sterzo per la futura JS 41: Olivier rimedia circa un secondo, quindi decide di studiare le telemetrie di Schumacher e l’indomani si migliora di circa 9 decimi su una pista, va detto, nettamente più veloce.

Sempre al giovedì, la Ligier ne approfitta per fare girare alcuni giovani piloti per valutarne le reali potenzialità: Jean-Christophe Boullion, Max Papis, Franck Lagorce, Jorg Muller e Laurent Aiello – in ordine cronometrico – fanno un buon lavoro ma nessuno di loro riuscirà ad emergere in Formula 1.

Il test di Michael Schumacher su Ligier non avrà seguito, tuttavia nel settembre 1997 farà praticamente l’opposto girando a Fiorano con la Sauber C16 per compararne, a parità di motore 046, l’aerodinamica rispetto alla Ferrari 310B.

About Francesco Tassi

leggi anche

F1 – Satoru Nakajima, la sfida del Giappone al Circus

Compie 68 anni oggi Satoru Nakajima, il primo pilota del Sol Levante approdato nel Circus …