Home / HISTORY SPORT / Storie di calcio d’Oltremanica: I’m forever blowing bubbles, storia e origini dell’inno del West Ham United
photo by Football Fans

Storie di calcio d’Oltremanica: I’m forever blowing bubbles, storia e origini dell’inno del West Ham United

Durante i primi anni del secolo scorso, il calcio d’Oltremanica fu inteso come un mezzo di educazione capace di formare al meglio il carattere dei ragazzi. Una delle scuole in grado di ricoprire al meglio questo ruolo fu la Park School, situata nel quartiere di West Ham. L’allora allenatore della squadra degli Hammers, ossia Charlie Paynter, su consiglio del preside della scuola, un certo Cornelius Beal, decise di adottare e di dedicare il brano I’m forever blowing bubbles a tutti i giovani calciatori della scuola. In particolar modo, la canzone venne dedicata a  Billy Murray detto bubblies, per via dell’incredibile somiglianza col personaggio protagonista della pubblicità della Pears, nota marca di sapone, di cui I’m forever blowing bubbles era la canzone di sottofondo.

Photo by Pinterest

Da quel momento la canzone, che divenne l’inno del club, venne cantata prima di ogni partita del West Ham, accompagnata dalle bolle di sapone che si disperdono nel cielo di Londra.

di Antonio Marchese

About Antonio Marchese

leggi anche

Tevez e il ‘barrio’: infanzia e adolescenza di Carlitos nella serie Netflix

Israel Adriano Caetano dirige Balthazar Murillo nei panni del giovane Carlos Tevez. Tra sparatorie e …

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi