Home / MOTORI / F1 / Vettel critica la scomparsa di alcuni Gp storici: ”La F1 senza Monza sarebbe stupida”
Credit: zimbio.com

Vettel critica la scomparsa di alcuni Gp storici: ”La F1 senza Monza sarebbe stupida”

Dopo avere conquistato il secondo posto nel Gp di Germania, il tedesco ha criticato la scomparsa dal calendario di alcuni circuiti storici.

Con l’entusiasmante secondo posto di domenica scorsa a Hockenheim , dove è stato protagonista di una grande rimonta, Sebastian Vettel ha criticato la possibile cancellazione di alcune piste storiche per far spazio a nuove lussuose location, sopratutto in oriente, dove la Formula 1 è seguita da pochi appassionati. A rischio c’è anche il Gp di Germania, che non ha ancora un contratto per ospitare un GP l’anno prossimo.

”Conosco molto bene le persone che lavorano qui ad Hockenheim” ha spiegato.
“Ci stanno mettendo molto impegno e passione e sarebbero molto entusiasti di avere ancora il GP qui. E’ un grande spettacolo, ma non credo che riescano a guadagnare dei soldi. Penso che l’anno scorso siano andati in perdita e grazie alla Mercedes (che è stata main sponsor nel 2019) sono stati in grado di riavere il Gran Premio. Dunque, non so che trattative ci sono per il prossimo anno e di quanti soldi avrebbero bisogno”.

“Il problema – sottolinea il tedesco nell’intervista riportata da motorsport.com – è che la Germania non è disposta a pagare nulla, quindi hai bisogno d’investitori esterni. Il governo non è felice di dare un sostegno, a differenza che in Olanda ed in altri posti in cui andiamo a correre. Penso che il modo in cui la F1 gestisce i suoi affari si basa su quanto pagano le persone per ottenere un Gran Premio. E’ importante invece che non perdiamo determinati Gran Premi, è irrilevante quanto pagano. La F1 senza Monza sarebbe stupida. Perdere grandi paesi con molta storia come la Germania o la Spagna è sbagliato”.

Il quattro volte iridato ha concluso ricordato come molte gare siano entrate a far parte del calendario con un seguito piuttosto scarso.

“Le persone vogliono sempre fare soldi e profitti, quindi non aiuta se alcune piste pagano più di altre” ha detto. E’ importante portare la F1 dove c’è passione per questo sport, quindi mantenere i paesi come la Germania, la Gran Bretagna e le piste più iconiche. Questa è la mia opinione. E’ anche più divertente per noi guidare di fronte ad un pubblico folto che a delle tribune vuote. E’ inutile – ha aggiunto il tedesco – avere tanti posti, quando tanto non c’è nessuno seduto su di essi”.

About Cristian La Rosa

Cristian La Rosa. Classe ’76, ama il calcio e lo sport in generale. Segue con passione il calcio internazionale e ha collaborato con alcuni web magazine. E' il fondatore e l’ideatore.

leggi anche

F1, Ferrari: Cinelli passa all’Alfa Romeo

Alessandro Cinelli lascia la Ferrari e va all’Alfa Romeo, dove sostituirà Jan Monchaux, promosso a …