Home / Editoriali / MotoGP, ultime considerazioni post Austin

MotoGP, ultime considerazioni post Austin

Archiviamo definitivamente il GP di Austin con le ultime considerazioni e statistiche.

Con la vittoria di domenica Enea Bastianini non solo è tornato in testa al mondiale piloti, ma ha anche allungato a 11 la striscia di gare consecutive a punti in top class, compresi 4 podi. Il centauro romagnolo è anche al centro del mercato 2023: secondo indiscrezioni raccolte da ‘Moto.it’ potrebbe clamorosamente non essere la prima scelta a Borgo Panigale per salire sulla Ducati di Jack Miller (che tornerebbe in Pramac), forse già promessa a Jorge Martin.

Dietro alla Bestia, in pista e adesso anche in classifica generale, c’è lo spagnolo Alex Rins che sul tracciato texano rimane l’unico ad aver vinto in tutte e tre le categorie (Moto3 nel 2013, Moto2 nel 2016 e MotoGP nel 2019). La sua Suzuki nel 2022 è tornata a fare paura: fin da subito la GSX-RR si è rivelata essere la moto più affidabile in griglia, adesso sta crescendo anche a livello di prestazioni assolute.

C’è da scommettere che non mancherà il rilancio di Joan Mir, da 5 gare fuori dal podio e spesso battuto dal compagno di squadra.

Chi invece deve fare sforzi sovrumani ogni domenica è il campione del mondo in carica, Fabio Quartararo, a secco di vittorie da ben 10 gare e sempre più perplesso nei confronti di Yamaha. Entro l’estate sapremo se le due parti proseguiranno oltre questa stagione.

Infine il padrone di casa, Marc Marquez. Rientrato dopo un nuovo problema di diplopia, il Cabroncito ha dato spettacolo in gara con una rimonta furiosa dall’ultimo al sesto posto: c’è da giurare che senza problemi al via sarebbe stato il favorito naturale per la vittoria.

E c’è da giurare che un Marquez così sarà della partita, quella che conta.

About Francesco Tassi

'Uno che nasce in Emilia Romagna e impara a leggere su Autosprint ha il destino segnato. Giornalista de mutòr e ufficio stampa.'

leggi anche

F1, nel GP di Spagna nessuno è come Lewis Hamilton: è il pilota più redditizio

Il Circuito di Catalunya è il Regno di Hamilton: c’è solo uno come lui per …