Home / ALTRI SPORT / Altri sport; L’Africa e il Baseball a Tokyo 2020
Anche il baseball sta crescendo in Africa e nel 2019 ci sará il primo campionato africano per nazionali

Altri sport; L’Africa e il Baseball a Tokyo 2020

Che l’Africa sia un continente in crescita non lo scopro certo io: avvicendamenti politici, capi di Stato donne (prima la Liberia e ora l’Etiopia), sistemi politici che piano piano stanno virando verso la democrazia, crescita nel comparto elettronico e nascita di start up di giovani che per idee e preparazione non hanno nulla da invidiare ai ragazzi occidentali sono tutti segnali che ci dimostrano quanto il “continente nero” potrà dare al mondo nei prossimi decenni.

Certo, la povertà è ancora molto diffusa e vi sono interi strati di popolazione che sono costretti ad emigrare per sfuggire a guerre, epidemie e persecuzioni etniche. Chi emigra non lo fa certo per “hobby” e se si decide di rischiare la vita attraverso frontiere, deserto e, infine ma non per importanza, Mediterraneo è perché vi è la speranza che l’Europa possa fornire un’ancora di salvataggio a persone disposte a ricostruirsi una vita a centinaia di migliaia di chilometri da casa.

Ma come dicevamo in apertura l’Africa sta crescendo e anche lo sport ne è una testimonianza: è vero, nel calcio stiamo ancora aspettando un vero e proprio exploit di una nazionale africana e personalmente mi auguro non tardi ancora troppo ad arrivare, ma la crescita passa anche attraverso altri sport, ed è il caso del baseball.

Dal 1990 esiste l’African Baseball e Softball Association (ABSA), che ha sede a Lagos (Nigeria) ed è presieduta dal tunisino Sabeur Jlaila. Negli anni si sono associati vari Stati e al momento risultano iscritte all’associazione diciotto nazioni (diciannove per il softball).

Compito dell’ABSA è quello di controllare e supportare lo sviluppo del baseball in tutto il continente, dirigere le competizioni statali e interstatali e organizzare i campionati per club dei diciotto stati associati.

Nel 2019, per la prima volta nella storia (e qui torniamo alla crescita del continente nero) si svolgerà un campionato di baseball per nazionali, che darà alla squadra vincente la possibilità di andarsi a giocare un posto per le Olimpiadi di Tokyo 2020 (la nazionale vincente sfiderà le formazioni europee in vista delle Olimpiadi e proverà a qualificarsi).

E’ un primo piccolo passo, ma è il segnale che in Africa lo sport non è solo il calcio e che vi sono altre discipline che stanno crescendo tra il Sahara e Città del Capo.

Le diciotto nazionali che parteciperanno al primo campionato africano saranno: Burkina Faso, Namibia, Camerun, Nigeria, Sierra Leone, Costa d’Avorio, Sudafrica, Ghana, Togo, Kenya, Tunisia, Lesotho, Uganda, Liberia, Zambia, Mali, Zimbabwe e Marocco.

Oltre a queste prime diciotto storiche nazionali, dal prossimo campionato africano potranno entrare anche Angola, Ciad, Gambia, Niger e Senegal, che al momento sono “Nazioni osservatrici”.

Piccoli passi -sportivi- per la crescita di un continente che non è solo calcio e povertà.

 

Di Davide Ravan

About Davide Ravan

leggi anche

Consigli natalizi; Tommie Smith e John Carlos raccontati nel miglior modo possibile

Eccoci con il secondo consiglio natalizio. Per questa settimana abbandoniamo il calcio, che sarà pure …