Home / MOTORI / F1 / F1, GARA GP SPAGNA 2018 : MERCEDES DOMINA, HAMILTON VINCE. FERRARI FUORI DAL PODIO
Lewis Hamilton taglia il traguardo del GP Spagna 2018 da vincitore. (Foto: mercedesbenz.com)

F1, GARA GP SPAGNA 2018 : MERCEDES DOMINA, HAMILTON VINCE. FERRARI FUORI DAL PODIO

BARCELLONA, 13 MAGGIO 2018

F1, GARA GP SPAGNA 2018 : Lewis Hamilton vince dominando il GP Spagna 2018 precedendo il compagno di scuderia Valtteri Bottas. La Ferrari perde prima Raikkonen per un guasto alla power-unit e poi Vettel, giù dal podio a causa della discutibile scelta strategica di rientrare per una seconda sosta. Ne approfitta Max Verstappen che, nonostante un errore e conseguente danneggiamento dell’ala anteriore, resiste e coglie il terzo gradino del podio. Ricciardo è quinto lontanissimo dai primi. Ottimo sesto posto per la Haas di Magnussen e decima posizione per Charles Leclerc, che porta ancora a punti l’Alfa Romeo-Sauber.

 

La partenza del GP Spagna 2018. (Foto: twitter.com/F1)

HAMILTON E VETTEL GRAN PARTENZA. GROSJEAN CHE FOLLIA!

HAMILTON OK, GROSJEAN CHE BOTTO! – Al via davanti scattano tutti bene. Hamilton tiene la testa ma Vettel riesce a prendere l’esterno di Bottas e ad infilarlo all’esterno di curva 1. Raikkonen conserva la quarta posizione seguito da duo Red Bull. Alle loro spalle Grosjean innesca una carambola micidiale andando in testa coda in curva 3, tenendo giù il piede e tornando così in traiettoria. Hulkenberg e Gasly non possono evitarlo e innescano un triplo incidente, fortunatamente senza conseguenze per i piloti. Safety Car in pista e gara neutralizzata per 6 giri.

La spaventosa carambola innescata da Romain Grosjean. (Foto: twitter.com/F1)

LEWIS FA  IL VUOTO – Alla ripartenza Hamilton cerca di fare subito il vuoto a suon di giri veloci. Alonso da spettacolo sorpassando Ocon all’esterno e risale alle spalle di uno strepitoso Charles Leclerc, nono con la sua Alfa Romeo-Sauber! Bottas intanto accorcia su Vettel inducendo la Ferrari a richiamare il tedesco per il pit stop. Seb monta gomma bianca e rientra in pista dietro a Magnussen. Bottas spinge a fondo e rientra due giri più tardi tentando di rientrare davanti a Vettel. I due si trovano vicinissimi all’uscita dei box con il ferrarista capace di attaccare Magnussen e restare anche davanti alla Mercedes del finlandese, conservando così la seconda posizione provvisoria.

Vettel riesce a restare davanti a Bottas dopo il pit stop. (foto: twitter.com/F1)

RAIKKONEN QUANTA SFORTUNA, CEDE ANCORA LA POWER-UNIT

ICEMAN SI FERMAHamilton viene richiamato ai box per la sosta proprio mentre Raikkonen accusa un problema alla parte elettrica della sua power-unit. Il finlandese viene passato dalle due Red Bull e tenta un disperato ripristino guidato via radio dal box, ma non c’è nulla da fare, la sua gara finisce qui. Lewis rimane il pilota più veloce in pista mentre Verstappen e Ricciardo proseguono ancora, probabilmente in attesa di capire se il meteo volga al peggio. Al giro 35 però anche le due Red Bull rientrano per la sosta e non si trovano poi tanto lontane da Bottas (terzo), ma con gomme nuove per un possibile attacco nel finale

Raikkonen rallenta a causa di un problema alla sua SF71H. (Foto:twitter.com/F1)

Tiene banco in questa fase la sfida tra Leclerc e Alonso, con Fernando che cerca in ogni modo di attaccare il pilota monegasco dell’Alfa Romeo-Sauber, che però gli resiste forte della spinta data dalla power unit Ferrari. Ocon intanto si ferma per un problema al motore e la direzione gara dispone la Virtual Safety Car. Ferrari, non tranquilla di arrivare a fine gara con la gomma, richiama Vettel che rientra quindi in pista quarto perdendo la posizione su Bottas e su Verstappen. L’olandese è anche autore di un tamponamento a Sirotkin nel quale danneggia l’ala anteriore della sua Red Bull ma senza particolari conseguenze.

HAMILTON, SECONDO SUCCESSO DI FILA. FERRARI QUANTI ERRORI!

DOMINIO LEWIS, FERRARI BUTTA IL PODIO – Ad una manciata di giri dal termine Lewis Hamilton continua a dominare la gara in solitaria, praticamente mai inquadrato dalle telecamere. Dietro di lui, saldamente secondo, Valtteri Bottas, facilitato dall’autoesclusione di Vettel dalla lotta per la seconda piazza. Verstappen intanto è terzo e nonostante il danneggiamento dell’ala anteriore, tiene a debita distanza la Ferrari di Vettel, condannato alla quarta posizione dalla discutibilissima strategia Ferrari. Perez riesce a passare Leclerc a quattro giri dal termine e si prende la nona posizione. Ricciardo, quinto e lontanissimo dalla vetta, mette a segno il giro più veloce in gara. Non cambia più nulla. Hamilton concede il bis e vince ancora quindici giorni dopo il successo di Baku. la Mercedes torna a dominare come ancora non era riuscita a fare in questo campionato. Red Bull trova un podio un po’ a sorpresa facilitata dalla pessima gestione strategica della Ferrari. Le Rosse, scelte nei pit stop a parte, devono anche guardarsi da una preoccupante battuta d’arresto in fase di affidabilità. A Monaco tra quindici giorni, vedremo se arriverà una risposta decisa da Maranello o se Mercedes, come negli ultimi anni, ha davvero messo la freccia al ritorno in Europa.

Il podio del GP Spagna 2018. (Immagine: twitter.com/F1)

About s. jockeys

Laureato in Comunicazione Media e Pubblicità, innamorato da sempre dell'adrenalina del Motorsport, Formula 1 in testa, dell'eleganza del tennis e del bel calcio...

leggi anche

F1, QUALIFICHE GP RUSSIA 2018 : POLE DI BOTTAS, DOMINIO MERCEDES! SOCHI PUO’ GIA’ DECIDERE IL MONDIALE

F1, QUALIFICHE GP RUSSIA : Una qualifica che sembra una sentenza. Valtteri Bottas è in …